Montalcino: a ‘caccia’ degli organizzatori del Rave Party di sabato notte  che avrebbe ‘occupato’ abusivamente un terreno vicino all’Ombrone

di Massimo Cherubini

Alla “caccia” degli organizzatori del rave party che nella notte tra sabato e domenica ha invaso un’area che si trova a valle di Montalcino, poco distanze dai confini con la provincia di Grosseto. Carabinieri e Polizia lo fanno avvalendosi dei dati a disposizione delle rispettive banche dati.. Già identificato -e questo è stato semplice- il proprietario dell’area, siamo in zona Camigliano, indebitamente occupata per il rave. Il terreno, vicino all’ Ombrone e alla provinciale poco distante da Monte Antico stazione, è di un privato titolare di una società agricola. Nei suoi confronti sarebbe stato consumato un abuso. Occupazione indebita di terreno privato. Le indagini, come detto, sono ancora in corso. E’ la coda -e ci vorrà un po’ di tempo- di un impegnativo lavoro di un intero giorno e una intera notte. I carabinieri della compagnia di Montalcino, comandati dal capitano Angelo D’Aiuto, gli agenti delle Questura, guidato dal dottor Maurizio Piccolotti, hanno vigilato su quanto stava accadendo. Ovvero quello che caratterizza un rave part. Il clou dell’incontro, organizzato chissà come, è stato nella notte. Una preparazione, con tanto di inviti, sicuramente avviata da tempo. Sono, infatti, arrivati anche da località molto distanti. Si pensa che il forte richiamo sia avvenuto attraverso i social. Tutto da verificare. Di certo i partecipanti, alla fine ne sono stati contati oltre cinquecento, non sono sfuggiti alle forze dell’ordine. Tutti identificati, fino all’ultimo che ha lasciato la zona nelle prime ore di ieri mattina. Finita la festa nell’area dove sono state parcheggiate auto, camper, ovvero dove si è svolta la festa , si deve pensare al ripristino, alla pulizia.“Domani (oggi per chi legge n.d.r.) eseguiremo -dice il sindaco di Montalcino Silvio Franceschelli- un sopralluogo per ultimare le pulizie, per vedere in quali condizioni è stato lasciato il verde che domina il terreno. Il temuto abbandono massiccio dei rifiuti non ci sarebbe stato. I cassonetti dei rifiuti presenti nella zona erano colmi. Il che significa -dice ancora il sindaco- che buona parte della pulizia è stata fatta dagli stessi partecipanti”.Di certo del passaggio e della sosta di cinquecento persone il segno resta. Il sindaco Franceschelli spera che questa sia l’ultima volta che viene scelto il suo territorio per un simile incontro.“E’ la quarta volta -dice- che viene scelto il territorio di Montalcino. Due volte il rave si è svolto,due volte siamo riusciti ad impedirlo- “. Resta memorabile quello che si tenne alcuni anni fa a Torrenieri, nell’area delle ex Ceramiche Senesi, durato ben sette giorni.