Monte San Savino : la Lapi Chimici di Montagnano vince il bando per ricerca e sviluppo della Regione Toscana

Un’azienda aretina è riconosciuta tra le realtà di riferimento in Toscana per l’innovazione e lo sviluppo. La Lapi Chimici di Montagnano si è classificata al secondo posto nel bando di finanziamento promosso della Regione Toscana all’interno del Por-Fesr (Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale) e potrà dunque fare affidamento su un importante sostegno per portare avanti un’attività di ricerca industriale volta alla crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva dei territori.  Questa realtà, nata nel 1951, ha presentato un progetto nel settore chimico dal titolo “Eco-Smart Degreasing System 4.0” che sarà orientato a sviluppare nuovi prodotti eco-sostenibili per lo sgrassaggio industriale nell’ottica di attenzione all’ambiente e di tutela delle persone. Il finanziamento vedrà la Lapi Chimici come capofila di una rete di collaborazioni che farà affidamento anche sul Dipartimento di Chimica “Ugo Schiff” dell’Università degli Studi di Firenze e su gruppo di imprese che comprenderà la Spin-Pet di Pisa, la T.M. di Monteriggioni e la El-Ar di Arezzo che, nei prossimi diciotto mesi, condivideranno risorse e competenze per trovare soluzioni innovative capaci di unire sicurezza e qualità.  Lo spirito di innovazione e di utilità del progetto è stato apprezzato dalla commissione del Por-Fesr che ha approvato il finanziamento assegnando un totale di 121,5 punti su un massimo di 122 punti a disposizione, andando così ad impreziosire un periodo particolarmente positivo per la Lapi Chimici che ha recentemente festeggiato il settantesimo anno di attività. Nell’ultimo triennio, infatti, questa azienda specializzata nei prodotti chimici per piscine ha registrato un incremento totale dei fatturati del 58%, una produzione fino a sei milioni di chili e un aumento dei dipendenti dai diciannove del 2018 ai trentacinque attuali (per un totale di cinquantacinque addetti, comprensivo anche di collaboratori e di agenti commerciali).