Montepulciano:  ancora una presa di posizione sul “ campetto” di calcetto della frazione della Stazione  di proprietà delle suore del “Divino Zelo”

Un signore di Montepulciano Stazione,  Mauro del Balio, gelataio, ci ha fatto pervenire , tramite il consigliere comunale uscente Giorgio Masina, una sua presa di posizione sul “campetto” che pubblichiamo

“È difficile spiegare il dispiacere nel vedere lo scempio compiuto nei confronti di un campo di calcetto realizzato nei primi anni ’90 con tanti sacrifici da parte di un gruppo di volontari di cui anch’io avevo il piacere di farvi parte. Vivevamo un momento magico di aggregazione con le Suore del Divino Zelo entusiaste di quell’opera e in armonia con il sacerdote disponibile ad aiutarci nella costruzione degli spogliatoi, negli allacci elettrici al contatore della chiesa, all’installazione della recinzione e delle reti para pallone. Per anni abbiamo manutentato quell’area, potato le siepi, effettuato tornei… poi forse non c’è stato quel cambio generazionale sperato… ma da lì a tagliare tutto, rimuovere i fari dell’illuminazione, buttar via le porte da gioco senza alcuna esitazione, il passo è veramente grande o nel buio. Per fortuna non ho solo lavorato in quel campetto, ma ho avuto anche la soddisfazione di giocarci e non era niente male. Purtroppo quando passo da quelle parti e vedo lo stato in cui si trova attualmente, con le siepi che strabordano oltre la recinzione, sulla strada in via Ancona ed il fondo arato, mi prende lo sconforto. Il disagio poi aumenta quando si legge di una distorsione della verità a fini elettorali, poiché nessuno ha parlato di queste cose nella campagna e nei programmi elettorali né tantomeno il dott. Marco Belloni essendo lui stesso un moderato, dispiaciuto dell’accaduto, ma ben lontano dal cadere in queste banali strumentalizzazioni. E pensare che non è stata data neppure la possibilità di un confronto tra le Suore proprietarie del campetto e Associazione Sportiva di volontariato richiedente un incontro per rappresentare le esigenze di svolgimento di attività sportive in favore dei ragazzi del posto in una struttura già esistente ed efficiente nonché a norma”.