Montepulciano: domani 11 settembre secondo giorno del 24/o Live Rock Festival con due grandi ospiti della scena musicale italiana, dai Flame Parade alla nuova espressione del cantautorato di Lucio Corsi

Un viaggio attraverso gli occhi e le parole di alcune tra le figure del territorio impegnate in prima linea per la tutela nei diritti dei rifugiati, dei migranti e degli invisibili fino alla totale immersione nella musica con gli appuntamenti serali. Ad Acquaviva di Montepulciano per la seconda giornata della 24/a edizione,il Live Rock Festival entra nel vivo della rassegna con “Nessun destino è già scritto”, momento di scambio e dialogo tra Peppe Provenzano, ministro per il Sud e la coesione territoriale, Caterina Ciufegni, medico a bordo delle della nave dell’ONG Alan Kurdi, Francesca Piccin, cooperante in diverse Organizzazioni Internazionali, Diletta Bellotti,attivista per i diritti dei bracciantie Magalie Berardo, agente e promoter musicale che collabora con artisti rifugiati. A partecipare all’evento anche Fausto Ferruzza,presidente di Legambiente Toscana. Seguono i concerti con il folk toscano dei Flame Parade e Lucio Corsi, nuova promessa del cantautorato italiano e personalità originale del nostro panorama musicale. Il talk pomeridiano di venerdì 11 settembre, incentrato su temi sensibili di attualità come migrazioni, diritti umani, ambiente e lavoro, affronterà anche i cambiamenti che coinvolgono il settore musicale e quello degli eventi, soffermandosi sulla funzione della musica dal vivo come forma di inclusione sociale ed abbattimento di barriere culturali. Un intervento di approfondimento e un’opportunità di riflessione che accompagna il pubblico su alcuni degli argomenti più dibattuti degli ultimi anni e che riguardano da vicino il nostro Paese (ore 18.30).A seguire, spazio ai concerti con i Flame Parade, la band nata in Toscana nel 2012 e composta da Marco Zampoli, Mattia Calosci, Letizia Bonchi e Niccolò Failli, che propone una ricerca raffinata di suoni ed atmosfere che spaziano dalle radici new folk all’indie rock contemporaneo, per germogliare in un’attitudine pop di respiro internazionale. “Cosmic Gatering il loro ultimo lavoro, è stato una delle sorprese del 2020 (ore 22).  Chiuderà la serata Lucio Corsi, il giovane cantante toscano ispirato ed influente, che ha da poco inciso il terzo album “Cosa faremo da grandi?” uno tra i dischi più applauditi dell’anno. Considerato la nuova espressione del cantautorato italiano, i suoi testi sono racconti che sembrano favole ed il suo linguaggio immaginifico ed evocativo colora la scena musicale con sonorità orchestrali dai riff più glamour che evocano David Bowie (ore 23.15). Tra le novità di questa speciale edizione che cambia format, una proposta che interessa anche il ristoro: street food, panineria originale e liquidi selezionati saranno ordinati e serviti direttamente presso le isole dove sarà disposto il pubblico.