Montepulciano: festa primo maggio; applicate le nuove norme per la sicurezza, assetto più razionale. Modificate le aree per esposizione e vendita, rivoluzionato il traffico

Senza perdere nulla del suo carico di tradizione, che la rende appuntamento amato dagli abitanti di Montepulciano ed immancabile per un’utenza sempre molto numerosa, l’ormai imminente fiera del 1 Maggio si presenta profondamente rinnovata.Ad obbligare il Comune ad una totale revisione organizzativa della manifestazione sono state anzitutto nuove norme in materia di sicurezza; ma il progetto parte anche dalla volontà di offrire alle migliaia di visitatori che affollano Montepulciano in quella giornata una viabilità più scorrevole ed un assetto più razionale, per assecondare gli acquisti, le tradizionali merende o anche il semplice riposo, per la Festa del Lavoro.In sintesi, la fiera, con i banchi dei commercianti e degli espositori, sarà maggiormente raccolta in un’area adiacente al centro storico mentre il traffico ruoterà intorno al nucleo della manifestazione. Non ci saranno quindi più itinerari in cui il pubblico incrocerà la circolazione dei veicoli a motore, con evidenti vantaggi sotto il profilo della sicurezza e della tranquillità, mentre gli eventuali interventi d’emergenza non saranno rallentati o ostacolati dal traffico. Inoltre anche gli spazi tra i banchi saranno ampliati per rendere più agevoli le vie di fuga.In questo nuovo assetto saranno ben individuati i varchi di accesso presso i quali saranno installati i presìdi (barriere, veicoli etc.) che proteggeranno l’area pedonale, impedendo l’accesso di mezzi.In dettaglio, provenendo da nord i primi banchi degli espositori si troveranno lungo Viale Calamandrei ma solo dopo i Ponti Secchi, in direzione di Sant’Agnese. Gli stand commerciali proseguiranno in Piazza Don Minzoni, dove saranno maggiormente concentrati gli alimenti e le preparazioni gastronomiche, in Viale Sangallo, fino alla Porta al Prato (ma non all’interno del Centro Storico), nel Giardino di Poggiofanti, nel piazzale della Chiesa e – novità – lungo Viale 1 Maggio fino a poco oltre le Cantine Medicee. Da Sant’Agnese le postazioni saranno poste lungo Via Bernabei, fino all’incrocio con Via Mencattelli, e in Piazza del Mercato – Via delle Lettere, nell’area prospiciente l’Hotel Granducato e nel parcheggio sottostante il supermercato Conad, dove troveranno posto solo espositori, non commercianti.Il traffico proveniente da nord sarà deviato in Viale Calamandrei, all’altezza dell’ex-Ospedale, verso Via di Canneti mentre quello proveniente da sud troverà le barriere in Via 1 Maggio, all’altezza delle Scuole Elementari, e dovrà proseguire per Via delle Lettere con svolta obbligatoria per Via di Martiena; da qui i veicoli a potranno utilizzare Via Loris Fortuna, ovvero la nuova strada che risale verso i Licei Poliziani, per poi proseguire verso Acquaviva o, svoltando a sinistra, in direzione di Nottola – Torrita di Siena percorrendo un tratto di Via Bernabei e poi Via Mencattelli in senso contrario rispetto a quello abituale.“Nonostante la necessità di rispettare le nuove norme in materia di sicurezza – spiega Michele Angiolini, Assessore alle Attività Produttive – siamo in grado di  offrire al pubblico e agli operatori una fiera ricca ed efficiente, con circa 300 postazioni. La nuova organizzazione – precisa Angiolini – viene adottata in via sperimentale e sarà quindi soggetta ad un’attenta verifica che consentirà di valutare l’efficacia delle nuove misure e di introdurre eventuali aggiustamenti”.“Sarà una fiera del 1 Maggio più sicura, meno caotica e quindi maggiormente godibile per tutti” afferma il Sindaco Andrea Rossi “al passo con i tempi e con esigenze di sicurezza che chiunque può comprendere e condividere. Considero quella proposta per il 2018 un’evoluzione della nostra manifestazione che nulla toglierà al suo carattere popolare e esalterà invece il suo inserimento in uno scenario architettonico e ambientale stupendo come quello che offre Montepulciano”.Per quanto riguarda infine il Luna Park, la sistemazione rimane immutata, in Piazza P. Nenni; le attrazioni cominceranno a funzionare da sabato 21 aprile e rimarranno attive fino al 6 Maggio.Il piano, che era già stato oggetto di concertazione con le associazioni di categoria, è stato presentato venerdì mattina alla Consulta della Protezione Civile, è stato quindi condiviso con il volontariato che, anche in questa occasione come in tutte le precedenti, fornirà un apporto fondamentale.