Montepulciano :“il 2018 come anno 2.0 per San Biagio”.  Fine settimana ricco di eventi per la ricorrenza del V centenario della posa della prima pietra

Di Giulia Benocci

Le celebrazioni del V centenario dalla posa della prima pietra della Chiesa di San Biagio, avvenuta il 15 settembre 1518, raggiungeranno il loro apice in questo in fine settimana con un programma ricchissimo di eventi. Il 2018 è stato un anno molto intenso per San Biagio “2.0” come ha voluto precisare Don Domenico Zafarana, parroco del Tempio di San Biagio, durante la conferenza stampa di presentazione della manifestazione. “È stato un anno importante per il Tempio e per la città perché ha coinvolto diverse discipline che rimarranno nei cuori di ciascuno di noi – ha affermato il parroco – ;abbiamo camminato insieme, lavorato e collaborato, non siamo stati solo partner ma quasi fratelli!”. Pensiero condiviso anche dall’Assessore Franco Rossi che si è detto orgoglioso di finire il mandato con “ iniziative di questo tipo, straordinarie, di grande livello culturale” e avvertendo: “dobbiamo far tesoro di questa grande capacità di stare insieme e collaborare, credo sia un aspetto molto importante per il territorio”.Da oggi pomeriggio inizieranno una serie di importanti eventi che  proseguiranno per tutto il fine settimana. Alle 18.00 verrà presentato il catalogo della mostra in corso da alcuni mesi, “il Tempio di San Biagio dopo Antonio da Sangallo – Storia e Restauri” curato dall’Architetto Riccardo Pizzinelli e Laura Martini della Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio delle Province di Siena, Grosseto e Arezzo. L’esposizione delle opere che nell’800 erano state spostate in altre chiese cittadine, sono state riportare da alcuni mesi nel loro luogo originario, oltre che ridare il significato religioso dovuto, dal punto di vista artistico, hanno restituito un’ immagine a colori ad un interno monumentale bellissimo ma monocromatico. Verrà ufficialmente presentato uno dei cinque dipinti della mostra, dalla restauratrice Mary Lippi, realizzato grazie al contributo del Consorzio del Vino Nobile di Montepulciano. “Abbiamo avuto un aumento di visite incredibile, non lo immaginavamo nemmeno noi – ha affermato stupefatto Don Domenico -. Questa serata si concluderà con la donazione di un dipinto ad acquarello realizzato a luglio durante il concorso del Rotary Club Chiusi-Chianciano-Montepulciano intitolato “Il Rotary dipinge il territorio”. Domani invece sarà la giornata “Montepulciano incontra Harward”, gemellaggio nato per la nota vicenda che negli anni ’20 del ‘900 portò a replicare il disegno della canonica di San Biagio nel cortile dell’Università. A conclusione della serata, alle ore 21.00 nel Teatro della canonica si terrà il Concerto di musica rinascimentale dal titolo “Vergine Bella”, realizzato grazie alla collaborazione della Famiglia Meldolesi con il Maestro Pietro Meldolesi ed altri docenti del conservatorio. “Il fine settimana si aprirà ad un discorso più “popolare” – ha affermato l’Architetto Pizzinelli – Sotto gli archi della Canonica sarà eseguito un Annullo Filatelico”. A seguire, letture intervallate da recite tratte dall’Opera del Poliziano eseguite dal gruppo teatrale “Arteatro Gruppo di Montepulciano”. Infine per concludere la giornata un concerto della Banda Poliziana nel prato del Tempio ed a seguire un rinfresco per tutti coloro che sono intervenuti alla manifestazione. Domenica sarà la giornata di celebrazione ufficiale, in cui andrà in scena il Bruscellino “Totino da San Biagio”, rappresentazione itinerante creata per l’occasione. Alle ore 18.00 ci sarà la cerimonia solenne del V centenario con la Conferenza del Professor Mauro Cozzi, il quale racconterà la storia di San Biagio. Il giorno successivo replicherà la lezione per tutti gli studenti dei licei poliziani – “per donare conoscenza alle future generazioni”, ha sottolineato con vigore l’architetto.
Infine Don Domenico ha concluso con un augurio per tutti coloro che hanno partecipato e parteciperanno agli eventi : “spero che questo anno sia indice di un lavoro comunitario, differenze siano ricchezze. Questo è un anno che rimarrà nei cuori e nelle menti di tutti coloro che lo hanno vissuto!”