Montepulciano : notificato a un 47enne il divieto di avvicinarsi  alla madre e ai fratelli in seguito a episodi di violenza e minaccia in attesa del processo. Pochi giorni fa aveva mandato a Nottola un fratello con il volto tumefatto dalle percosse

I carabinieri della Stazione di Montepulciano hanno notificato a un 47enne  un’ordinanza applicativa della misura cautelare del divieto di avvicinamento alle parti offese, emesso dall’Ufficio GIP del Tribunale di Siena su corrispondente istanza della locale Procura della Repubblica.  Il provvedimento era stato richiesto dai carabinieri di Montepulciano in relazione a una serie di episodi di violenza, di molestia e minaccia, rivolti da tale persona, nota anche per pregressi analoghi episodi d’intolleranza, nei confronti della madre e dei fratelli, soprattutto, ma non solo, per motivi di eredità e di gestione degli interessi economici della famiglia. In particolare alcuni giorni prima, in un accesso d’ira, l’uomo aveva mandato all’ospedale di Nottola un fratello col volto tumefatto dalle percosse. L’uomo è anche indagato per lesioni personali, violenza privata e maltrattamenti in famiglia in relazione alla reiterazione degli episodi che non può che essere motivo di preoccupazione. In attesa del processo, dovrà dunque astenersi ora dal frequentare i luoghi ove si trovino i propri congiunti a scanso dell’applicazione di misure più gravi, sino alla carcerazione.