Montepulciano: un 55enne poliziano sottoposto dai Carabinieri agli arresti domiciliari . L’uomo esercitava un’attività di spaccio a tempo pieno e riforniva una fitta rete di tossicodipendenti anche in pieno “lockdown”

Un 55enne di Montepulciano, ben conosciuto dai carabinieri per pregresse vicende giudiziarie, già destinatario della misura restrittiva dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria,  è stato sottoposto agli arresti domiciliari su ordinanza del G.I.P. del Tribunale di Siena.   All’applicazione della misura cautelare si è giunti all’esito di indagini condotte tra gennaio e aprile di quest’anno dal Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Montepulciano, iniziate sulla base di alcune segnalazioni riguardanti un presunto spaccio di sostanze stupefacenti a Montepulciano, soprattutto nella frazione Abbadia.  Le attività investigative dei Carabinieri, condotte anche con mirati servizi di osservazione, hanno portato al  rinvenimento di 14 dosi di eroina, trovate addosso ad alcuni dei clienti della persona arrestata;sequestro di una decina di grammi della medesima sostanza e di 400 euro in denaro contante, trovati a seguito di perquisizione domiciliare presso l’abitazione dello stesso destinatario dell’ordinanza. Alla fine delle indagini il quadro indiziario sul conto dell’indagato era chiaro: egli esercitava un’attività di spaccio a tempo pieno e riforniva una fitta rete di tossicodipendenti anche in pieno “lockdown”, non curandosi delle restrizioni imposte alla circolazione delle persone in quel periodo.  Pertanto è stata avanzata una proposta di misura restrittiva indirizzata alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena (PM Ludovici), una concorde richiesta del Magistrato e l’emissione del provvedimento da parte del GIP Dott. Buccino Grimaldi.