Montepulciano: ‘Vita Morte Meraviglie’; dal 12 al 29 luglio il 43° Cantiere Internazionale d’Arte  ospita più di 50 appuntamenti

Vita Morte Meraviglie’ è il tema del 43° Cantiere Internazionale d’Arte. Dal 12 al 29 luglio  Montepulciano e le Terre di Siena ospitano più di 50 appuntamenti, tra opera, teatro musicale, danza, performance, eventi sinfonici, musica da camera. Si incontrano a Montepulciano prestigiose star internazionali e giovani talenti, nel più autentico spirito della manifestazione ideata da Hans Werner Henze. La direzione artistica di Roland Böer, con il coordinamento artistico di Giovanni Oliva, cerca nelle diverse espressioni dello spettacolo le risposte agli eterni quesiti umani.
Chi sono io? Chi sei tu? Quale ruolo dobbiamo recitare in questo grande teatro del mondo? Riusciremo senza poter fare prove, visto che la vita che è ogni giorno un nuovo debutto? E ancora, chi siamo davvero quando lasciamo il ruolo, i costumi, l’attrezzeria? Quando la nostra vita finisce, cosa rimane di noi?Le possibili risposte a queste domande riguardano la possibilità di lasciare qualcosa della nostra vita per gli amici, la famiglia, le generazioni future, quando noi usciamo di scena. Ognuno di noi infatti recita il suo ruolo, o almeno prova a farlo nel migliore dei modi, in una continua ricerca della propria identità. Queste riflessioni possono aiutarci a superare l’ignoranza e a eludere le tentazioni dell’orgoglio vano, dell’egocentrismo. Le arti possono quindi rafforzare la nostra autocoscienza, il nostro carattere e la necessaria integrità per affrontare la minaccia di una morte civile, prima che naturale.