Montepulciano:i Carabinieri di Chianciano cercano, senza risultati presso alcuni enti assistenziali, un posto per dormire per un 48enne romeno allontanato dal suo datore d lavoro dall’azienda agricola in cui lavorava. Alla fine ci ha pensato un amico, un 65enne poliziano, che lo ha ospitato in una sua abitazione a Sinalunga

Ieri sera sul tardi, su richiesta della centrale operativa della Compagnia CC di Montepulciano, una pattuglia della Stazione Carabinieri di Chianciano Terme è intervenuta a Montepulciano in Piazza Sant’Agnese dove li attendeva  un 65enne del posto preoccupato per un suo amico, un 48enne romeno, privo di documenti di riconoscimento, che doveva regalargli un cucciolo di beagle . Il 65enne aveva  appreso dallo straniero che sarebbe stato costretto a dormire all’addiaccio su una panchina  in quanto il suo datore di lavoro, per il quale aveva lavorato per circa 3 mesi, lo aveva allontanato dall’azienda agricola.  Ecco perché aveva pensato pertanto di richiedere l’ausilio dei carabinieri. I militari della Stazione CC di Chianciano hanno cominciato a contattare  tutti gli enti normalmente impegnati in attività di assistenza alle persone in difficoltà, ma purtroppo, nonostante l’insistenza, nessuno di questi poteva al momento ospitarlo. Mentre i militari cercavano altre soluzioni, l’amico italiano, constatate le difficoltà intervenute , ha deciso di ospitarlo temporaneamente presso una sua abitazione di Sinalunga. Pertanto, ottenuto il consenso del beneficiario di tale liberalità e in attesa di ulteriori sviluppi, lo straniero è stato  accompagnato presso tale sistemazione dal suo benefattore poliziano.