Nuove Acque : fino al 31 luglio le categorie socialmente deboli e le famiglie numerose potranno accedere ai bonus per la riduzione della bolletta. Nel 2018 erogati oltre 400mila euro per circa 3000 utenze

 Nuove Acque rinnova le agevolazioni tariffarie per le cosiddette utenze socialmente deboli. Anche per quest’anno, il gestore del servizio idrico della provincia di Arezzo e parte della provincia di Siena apre il bando per ottenere i due bonus integrativi al Bonus Idrico 2019 previsto dall’Autorità Nazionale ARERA (Bonus Idrico 2019). Nel 2018, grazie alle sue politiche di welfare, Nuove Acque ha erogato complessivamente 426.239euro, interessando 2908 utenze domestiche residenti, che hanno quindi beneficiato dei bonus in relazione alle loro specifiche condizioni reddituali. Entrando nel dettaglio, 1401 utenze dell’area aretina (circa 203mila euro), 366 nel Casentino (53mila euro), 304 in Val Tiberina (46mila euro), 462 in Val di Chiana (64mila euro) e 375 nei cinque comuni dell’area senese servita da Nuove Acque (59mila euro). L’importo delle agevolazioni riconosciute per il 2018 ha permesso di assicurare mediamente un sostegno pergli utenti in difficoltà pari a circa il 50% dell’importo fatturato in bolletta durante lo scorso anno.“Il carattere innovativo di un’azienda si vede dalla capacità di fornire un servizio ottimale e allo stesso tempo dall’impegno di offrire welfare alle utenze cosiddette socialmente deboli, nelle modalità e nelle forme in cui le politiche sociali possono essere attuate da un’azienda di riferimento per il territorio come Nuove Acque – ha dichiarato il presidente Paolo Nannini -. Già da due anni, ottenendo il favore dei sindaci della nostra conferenza territoriale, abbiamo deciso di integrare il bonus idrico nazionale ulteriori agevolazioni di carattere sociale finanziate in parte con risorse aziendali. È un impegno che vogliamo portare avanti e per il quale continueremo a investire allo stesso modo in cui investiamo per rendere sempre più innovativo ed efficiente il servizio idrico integrato”.Il bando per ottenere i bonus utenze deboli e famiglie numerose scade il 31 luglio 2019 e si rivolge alle utenze “domestico residente” dirette e indirette (condominiali). Tutte le indicazioni sui requisiti necessari e le modalità di presentazione delle domande sono online sul sito di Nuove Acque (www.nuoveacque.it) nella sezione “Agevolazioni tariffarie” accessibile direttamente dall’homepage.Il requisito per accedere al bonus per le utenze “deboli”, oltre alla residenza nel luogo della fornitura, è il reddito ISEE pari o inferiore a 8.107,50 euro. Per il bonus destinato alle famiglie numerose la soglia ISEE si alza fino a 20.000 euro per nuclei familiari con più di 3 figli a carico.
I due bonus di Nuove Acque sono stati finanziati in gran parte con i fondi dedicati previsti dal Piano Economico Finanziario approvatodall’Autorità Idrica Toscana, grazie all’impegno profuso dai sindaci del territorio gestito, e in partecon risorse propriedella società, per un importo complessivo di circa 430.000 euro a sostegno degli utenti domestici economicamente svantaggiati (utenze “deboli” e famiglie numerose). Se a questi contributi si aggiungono anche i fondi nazionali per il bonus idrico di ARERA, per il 2019 la società metterà a disposizione oltre 500mila euro per le sue politiche di welfare.