Pienza: don Andrea Malacarne trasferito alla parrocchia di Torrita di Siena. Forse per la sua posizione contraria all’utilizzo del Duomo anche  come “spogliatoio” per le ballerine di uno spettacolo. Il Vescovo poi diede l’assenso facendo finire le polemiche suscitate

di Massimo Cherubini (da La Nazione del 27 maggio)

“Dal prossimo 24 giugno sono trasferito a Torrita di Siena”. Un annuncio che don Andrea Malacarne, ha dato ieri mattina nel corso dell’omelia della Messa domenicale. Una notizia che ha colto tutti di sorpresa, cha ha già creato rumori tra i fedeli e i cittadini della Città di Pio II. “Il parroco non si tocca”, sono questi i primi messaggi fatti circolare. E si spiegano anche le motivazioni consistenti nel fatto che il parroco a Pienza è di ritorno -vi era già diversi anni fa- anche grazie al forte volere dei fedeli. Da due anni don Andrea è tornato alla guida della parrocchia con risultati giudicati “estremamente positivi”. Il Vescovo ha deciso di trasferirlo a Torrita di Siena, suo paese di origine, per sostituire il parroco che sarebbe destinato ad altro, importante, incarico. C’è chi non crede a questa notizia ed è più propenso a ritenere che sia una decisione che ha qualche legame con quanto accaduto nell’estate dello scorso anno quando, al termine di una rappresentazione teatrale svoltasi in piazza Pio II, alcune ballerine furono trovate seminude in chiesa, luogo utilizzato come “spogliatoio”. Don Andrea prese una posizione durissima affermando che la Cattedrale andava utilizzata solo a fini di culto. E così le riprese di una parte della fiction de “I Medici” vennero messe in discussione. Ci furono polemiche fin quando il Vescovo mise la parola fine alle incertezze dando l’assenso per l’utilizzo del Duomo per le riprese televisive. A distanza di pochi mesi dalla vicende, che fece clamore, c’è chi ipotizza un provvedimento correlato: ovvero il trasferimento del parroco.