Previsioni meteorologiche dal  16 al 22 marzo

Di Ignazio Cesaroni  Staff CMM- info@meteomacciano.it

COSA  E’  SUCCESSO: Per la quinta settimana consecutiva, prosegue a livello locale la mancanza di precipitazioni consistenti, una condizione che più passa il tempo e più si sta facendo pesante per l’agricoltura e per le falde acquifere.Come già nel 2017, siamo alle prese con un periodo decisamente lungo di mancanza di piogge, collegato alla lunga permanenza di campi di alta pressione sul bacino del Mediterraneo.Questa è una delle conseguenze dei famosi “cambiamenti climatici” in atto, i quali favoriscono il mantenimento per periodi molto lunghi di situazioni di stallo mentre al contrario periodicamente portano anche allo sviluppo di fenomeni molto brevi ma estremamente intensi.Da segnalare, in settimana, un graduale ma non significativo abbassamento dei valori termici associato ad un unico episodio perturbato ma limitato, con temporali grandi  ma con accumuli decisamente modesti.

LA  SITUAZIONE  IN  QUOTA: Domani sabato 16  il bacino del Mediterraneo centrale è interessato da un campo di alta pressione che si estende orizzontalmente dalle isole Azzorre in pieno Atlantico, fino alla Grecia.La nostra penisola dunque, per questo fine settimana, godrà di un tipo di tempo generalmente stabile con prevalenza di soleggiamento ma attenzione perché la zona di massima pressione anticiclonica non si trova esattamente sull’Italia e ciò favorirà – specialmente nella giornata domenicale – infiltrazioni di aria più umida in quota con la formazione di nuvolosità locale anche stratificata ma senza nessun fenomeno collegato.Un profondo minimo depressionario presente sul Mar Baltico spinge – a partire da lunedì prossimo – aria più fredda in quota verso la barriera alpina e le nostre regioni settentrionali  con la conseguente formazione di un minimo depressionario sul Mar Ligure, il quale sarà a sua volta responsabile di un consistente aumento della copertura nuvolosa a metà settimana associata ad una debole instabilità locale con possibili fenomeni nella seconda parte di martedì prossimo.Le temperature, nel fine settimana, con il maggior soleggiamento previsto, aumenteranno di qualche grado nei valori massimi mentre si manterranno stabili in quelli minimi, un calo più sensibile è previsto martedì con massime non al di sopra dei 10°c per una ventilazione da NE che farà momentaneamente percepire valori più bassi.

LE  CONSEGUENZE  AL  SUOLO:

SABATO 16:Cielo sereno o poco nuvoloso intera giornata,minime invariate 6/7°c;massime gradevoli e in lieve aumento 16/17°c,vento debole meridionale.

DOMENICA 17: Nuvoloso al mattino tendenza a parziale miglioramento con aperture ore centrali e pomeridiane, minime stazionarie 8/9°c; massime invariate 15/16°c, vento debole Sud.

LUNEDI’ 18:Nuvoloso a tratti coperto intera giornata, parziale instabilità serale con piogge notturne , minime invariate 8/9°c;massime lieve calo 13/15°c, vento moderato Sud.

MARTEDI’ 19:Molto nuvoloso o coperto per intera giornata, fenomeni di parziale e debole instabilità previsti in mattinata ma senza accumuli consistenti, calo sensibile dei valori termici massimi previsti tra 8/9°c; minime mattutine in lieve diminuzione 6/7°c, ventilazione debole NE.

MERCOLEDI’ 20:Ancora molto nuvoloso al mattino ma senza nessun fenomeno locale previsto, tendenza nella seconda parte della giornata a parziale diminuzione della copertura con momentanee aperture, ventilazione in rinforzo dai quadranti nord orientali, minime mattutine in calo 5/6°c; massime diurne in parziale recupero 10/11°c.

GIOVEDI’ 21:Deciso miglioramento con netta prevalenza di soleggiamento giornaliero e assenza di nuvolosità significativa, ventilazione debole NE, minime ancora un pò basse 4/5°c; massime diurne in lieve diminuzione 9/10°c.

VENERDI’ 22:Condizioni di stabilità con cielo sereno o poco nuvoloso intera giornata, ventilazione debole nord orientale, minime invariate 4/5°c; massime in parziale recupero 13/15°c.