Previsioni meteorologiche dal 30 marzo al 5 aprile

Di Ignazio Cesaroni  Staff CMM – info@meteomacciano.it

COSA  E’  SUCCESSO:Prosegue senza sosta la lunga fase di mancanza di precipitazioni locali ormai giunta quasi all’ottava settimana consecutiva.Oltre al periodo siccitoso va segnalato il passaggio – all’inizio della settimana scorsa –  di una massa d’aria fredda in quota la quale ha causato un sensibile quanto rapido crollo termico con valori massimi che in sole 48 ore hanno perso qualcosa come 14 °c – dai +23°c di domenica ai +9°c di martedì scorso – associati ad una ventilazione molto sostenuta e persistente da NE (grecale) responsabile di locali cadute di alberi e altri danneggiamenti nell’area del Trasimeno.Nei giorni seguenti è tornato protagonista il soleggiamento con un lento ma costante recupero delle temperature massime mentre le minime mattutine si sono mantenute su valori bassi ma invariati.

LA  SITUAZIONE  IN  QUOTA:L’analisi delle carte in quota, relative a questo weekend e anche per buona parte della settimana entrante, ci mostra condizioni di sostanziale stabilità non solamente a livello  locale o nazionale ma addirittura per gran parte del continente europeo.La situazione prevista in quota per oggi  sabato 30 marzo vede in pratica un’enorme area stabile – di colore giallo – associata a temperature tutto sommato miti e temperate si manterrà su l’Europa e sulla nostra penisola  relegando le correnti fredde e perturbate a latitudini decisamente più settentrionali. Queste condizioni si manterranno almeno fino a tutto martedì 2 aprile compreso, da questa data in poi assisteremo ad un cambiamento molto importante.Il modello previsionale ci indica una risalita di aria calda dall’oceano  a cavallo di martedì e mercoledì prossimi con una conseguente discesa di aria di origine sub-polare nelle giornate di mercoledì 3 e giovedì 4 aprile  la quale a sua volta darà vita ad un profondo e intenso minimo depressionario sul mar Ligure in estensione successiva a tutte le nostre regioni settentrionali e centrali .Gli effetti , immaginabili, saranno quelli di un DECISO RITORNO DI CONDIZIONI INVERNALI, con forte abbassamento delle temperature, nevicate sulle Alpi, sull’Appennino settentrionale e centrale e localmente anche sulle nostre cime più elevate e con piogge sparse localmemte anche intense.ATTENZIONE: quello proposto è lo scenario più probabile previsto con SETTE giorni di anticipo, per gli sviluppi ed eventuali conferme vi rimandiamo al consueto AGGIORNAMENTO METEO del MARTEDI sul sito e canali social di CMM.

BOLLETTINO GIORNALIERO PREVISTO ( BGP):

SABATO 30:Cielo sereno e limpido senza nuvolosità significativa,minime invariate 4/5°c;massime graduale recupero 17/18°c, vento assente.

DOMENICA 31:Tempo stabile e soleggiato intera giornata con assenza di nuvolosità, brezza di vento, minime stabili 6/7°c; massime in lento recupero 19/20°c.

LUNEDI’ 1° Aprile:Inizialmente sereno tendenza a formazione di addensamenti ore centrali e pomeridiane,vento assente, minime in lieve aumento 8/9°c;massime in recupero 19/20°c.

MARTEDI’ 2:Cielo coperto al mattino con nuvolosità estesa e compatta, molto nuvoloso nel pomeriggio con deboli piogge a carattere locale, vento debole meridionale, minime in lieve aumento 9/10°c: massime ancora gradevoli ma in lieve flessione 17/19°c.

MERCOLEDI’ 3:Condizioni di elevata instabilità per tutta la giornata, deboli fenomeni previsti nel pom/sera con accumuli modesti, ventilazione moderata ma in rinforzo da SE, minime mattutine stabili 9/10°c; massime diurne in diminuzione 15/16°c.

GIOVEDI’ 4:Cielo molto nuvoloso o coperto con piogge e rovesci sparsi associati ad accumuli consistenti, vento debole meridionale, temp minime sostanzialmente invariate 8/9°c; massime in sensibile diminuzione 10/12°c.

VENERDI’ 5:Instabile al mattino, molto nuvoloso ore centrali e pomeridiane con piogge sparse con accumuli modesti, vento debole SE con rinforzi in serata, minime in diminuzione 3/4°c; massime diurne in calo sotto la media 10/11°c.