Previsioni meteorologiche dall’8 al 14 dicembre

Di Ignazio Cesaroni  Staff CMM – info@meteomacciano.it

CHE  COSA  E’  SUCCESSO:Ci siamo lasciati alle spalle una settimana che ha fatto registrare una piovosità contenuta, associata a giornate con cielo molto nuvoloso seguite da rapide schiarite anche se spesso con la formazione del fenomeno delle nebbie mattutine, una ventilazione praticamente inesistente ma soprattutto con valori termici, in modo particolare quelli massimi piuttosto elevati per la fine dell’autunno.Come dicevamo le massime, favorite dal ritorno di una alta pressione africana a metà settimana, sono passate dagli 11/12°c addirittura ai 14/16°c del tutto inusuali per il periodo, discorso diverso per le minime le quali solitamente stabili tra 5/6°c solo nei casi di nebbia al suolo sono scese in maniera più sensibile.

LA  SITUAZIONE  IN  QUOTA:Le condizioni di partenza vedono il bacino del Mediterraneo centrale e con esso la nostra penisola interessata da una circolazione parzialmente depressionaria poichè ci troviamo nella zona di “confine” tra una vasta area anticiclonica di origine atlantica – il noto anticiclone delle Azzorre – e un altrettanto vasta e profonda depressione posizionata tra il mare del Nord e la penisola scandinava . L’evoluzione prevista per i giorni seguenti sarà quella di una risalita dell’aria calda atlantica che inevitabilmente innescherà una conseguente discesa di aria più fredda in quota, collegata alla bassa pressione di cui prima, la quale nel frattempo si sarà spostata sul Baltico rafforzandosi ulteriormente -Tutto ciò causerà, gradualmente da domenica ma in maniera più sensibile da lunedì prossimo, un sensibile abbassamento delle temperature in modo particolare sul versante adriatico della nostra penisola ed in maniera più moderata nella nostra area ; tuttavia lo stato del cielo si manterrà prevalentemente soleggiato poichè le correnti di disporranno da NE favorendo la dissoluzione della nuvolosità.Un ulteriore calo termico è atteso per la seconda parte della settimana entrante con valori prossimi allo zero termico anche a quote collinari con una remota possibilità di formazione di ghiaccio misto a nevischio anche a livello locale.

LE  CONSEGUENZE  AL  SUOLO:

SABATO 8: Nuvoloso al mattino con foschie locali cielo poco nuvoloso ore centrali e pomeridiane, vento debole NO, minime stabili 6/7°c massime invariate 11/12°.

DOMENICA 9:Nuvolosità irregolare più intensa al mattino, poco nuvoloso nel pom/sera, vento moderato NE, minime stabili 5/6°c massime invariate 12/13°c.

LUNEDI’ 10: Cielo sereno o poco nuvoloso con ampio soleggiamento giornaliero, vento SudEst moderato, min stabili 4/6 °c massime invariate 11/12°c.

MARTEDI’ 11:Mantenimento delle condizioni di stabilità associate a cielo sereno o poco nuvoloso intera giornata, ventilazione debole o del tutto assente, minime in calo 1/2°c massime anch’esse in diminuzione 8/9°c.

MERCOLEDI’ 12: Sereno o poco nuvoloso al mattino ma con tendenza a graduale aumento della copertura dal pomeriggio in estensione alla serata, ventilazione debole o assente, minime basse ma stazionarie 1/2°c massime in ulteriore lieve calo 6/7°c.

GIOVEDI’ 13:Condizioni di cielo coperto o molto nuvoloso per intera giornata senza fenomeni associati, ventilazione debole variabile, scarsa escursione termica giornaliera con minime previste 1/2°c e massime poco più elevate 4/5°c.

VENERDI’ 14:Molto nuvoloso con piogge sparse in mattinata tendenza a cessazione dei fenomeni nel pom/sera, vento moderato SO, minime previste 2/4°c massime diurne 10/11°c.