Progetto fusione Torrita-Montepulciano: Casucci (Lega), “la regione ha sconfessato il sindaco torritese Grazi :il gruppo Pd voterebbe a favore fusione anche se uno dei comuni a maggioranza fosse contrario”

Dal consigliere regionale della Lega Marco Casucci riceviamo e pubblichiamo

“Dalla seduta di prima Commissione Affari Costituzionali del consiglio regionale toscano è emerso quello che non poteva che essere, per quanto riguarda il processo di fusione tra Montepulciano e Torrita di Siena. Anche in questo caso, qualora la maggioranza dei votanti in uno dei due comuni fosse contraria alla fusione ma i due terzi complessivi fossero a favore, dopo il referendum i gruppi consiliari faranno le loro valutazioni, vale a dire il gruppo PD voterebbe comunque a favore, secondo la risoluzione Marras. I fatti hanno dato ragione a me e sconfessato quanto più volte affermato dal Sindaco di Torrita Giacomo Grazi. Ho chiesto alle amministrazioni locali presenti (il Sindaco Grazi era assente) che quanto emerso dalla commissione si faccia conoscere correttamente ai cittadini le norme e che dunque le delibere comunali non condizionano il Consiglio Regionale. Ho concluso che il processo di fusione non deve confondersi con beghe di partiti, per rispetto dei cittadini. Credo proprio che anche questa fusione fallirà!”.