Radicofani: la Contrada Borgo Maggiore vince la XIV edizione del Palio del Bigonzo. Quest’anno  i verde/arancione hanno fatto l’en plein, vincendo anche la gara degli arcieri 

Di Giulia Benocci

La XIV edizione del Palio del Bigonzo di Radicofani è stata vinta dalla Contrada Borgo Maggiore. E’stato un Palio molto sentito e combattuto dai corridori che ha visto un testa a testa tra la contrada vincitrice e quella del Castello di Contignano. La festa è iniziata alle 10.30 di stamani con il corteo storico partito da Porta Romana, che è l’arco all’inizio del borgo storico della cittadina (chiamato ‘Porta da Piedi dagli abitanti del luogo). La sfilata è iniziata scandita dal ritmo del Gruppo dei Musici e Sbandieratori di Radicofani, al suono dei tamburini e delle chiarine. Coordinati al volteggiare delle bandiere degli sbandieratoti, davano la cadenza del passo a tutto il corteo. Alla guida del corteo i componenti del Magistrato delle Contrade e le autorità, con il Gonfalone raffigurante lo stemma del Comune e il Palio; a seguire i figuranti delle cinque Contrade,  ognuna composta da un Gonfaloniere con l’onore di portare lo stendardo con il Patrono della Contrada, il Priore con la sua Dama, seguiti da una ‘Damina’ (un’ancella della Dama), dietro la coppia di ‘Signori’ della Contrada due vigorosi Armigeri come protezione; poii dai due Arcieri e dai Corridori, i quali hanno sfilato con il ‘barellino’. Ai lati del corteo hanno sfilato i Mazzieri, cioè coloro che hanno il compito di controllare e mantenere l’ordine tra i figuranti.La sfilata si è quindi fermata nella piazza principale del paese ed i figuranti sono entrati in chiesa per seguire la Santa Messa e prendere la benedizione dal nuovo parroco della cittadina Don Bala Kodavatikanti. Sul Sagrato della Chiesa c’è  stato il primo momento solenne della giornata, cioè il momento della rivelazione del Palio, realizzato da Iustina Babulescu, del ‘Piatto degli Arcieri’ e della Pergamena ‘2° Trofeo Giovanni Fatini’ fatti da Fabrizio Rocchi delle ‘Ceramiche il Volo’ di Sarteano . Il corteo si è ricostituito nel pomeriggio e si è diretto verso il Parco ‘La Pista’, dove era atteso da un pubblico di contradaioli trepidanti. Il  Gruppo di Sbandieratori e Musici si è esibito nuovamente  partendo dal gruppo dei più piccoli, bambini dai 6 agli 8 anni, emozionati alla loro prima uscita pubblica, seguiti dalla Maestra Lucia Rossi; poi è stata la volta del gruppo più esperto che ha eseguito una coreografia insieme ai Musici del paese.In tutto il parco ‘La Pista’ è poi calato il silenzio per il momento della gara del tiro con l’arco, uno dei momenti più attesi della giornata; la sfida è servita a decretare la griglia di partenza nella corsa con il ‘barellino’ delle Contrade. I primi a tirare con l’arco sono stati Alvise Papini e Michele Perugini, gli arcieri di Borgo Maggiore la contrada vincitrice uscente del Palio dello scorso anno, che hanno totalizzato 54 punti. Poi è stata la volta di Castelmorro con Maurizio Aggravi e Leonardo Mazzaferri che  sono riusciti a totalizzare 43 punti; Bonmigliaccio ha schierato Andrea Rossi e Cipriano Quadrano e si è posizionata quarta con 34 punti; gli arcieri di Borgo Castello Lorenzo Tondi e Michelangelo Fatini hanno totalizzato 30 punti. Infine la contrada Castello di Contignano ha messo in campo gli arcieri Juri Guerri e Federico Cianetti che hanno conseguito 43 punti a pari merito con la contrada verde/nera.  C’è stato quindi lo spareggio tra la contrada Castelmorro e Castello di Contignano che hanno totalizzato rispettivamente 53 e 55 punti. La gara degli arceri ha designato  perciò le posizioni di partenza per la gara: alla lprima inea di partenza è partita la contrada vincitrice; la seconda a partire è stata la Contrada Castello di Contignano; poi la Contrada Castelmorro; a seguire Bonmigliaccio ed infine la Contrada Castello. Nell’attesa della partenza dei corridori sono stati premiati i vincitori del ‘Piatto degli Arcieri’ che è stata la contrada di Borgo Maggiore e il miglior arciere in assoluto Michele Perugini, vincitore della Pergamena, 2° trofeo Giovanni Fatini. “É stata una gara difficile – ha dichiarato il miglior arciere di Radicofani -, ma il mio compagno mi ha messo molta grinta, il vento non ci ha aiutato, ma la coppia Papini/Perugini di conferma la vincente”.Alle 19 con un colpo di pistola è partita la corsa per il Palio, dalla Porta del paese, trasmessa in diretta dai ragazzi della Motorsport, tramite un maxi schermo posizionato in piazza San Pietro, la piazza principale del paese e luogo dell’arrivo. I quattro atleti per ogni contrada hanno dato il meglio di loro per assicurare la vittoria alla propria contrada. La sfida consiste in una corsa di velocità a staffetta in cui due corridori a metà del percorso devono passare il ‘barellino’ con un ‘bigonzo’sopra  di circa 20 chili agli altri due compagni che lo hanno portato fino all’arrivo.Durante il percorso 10 addetti alla sicurezza, dislocati su tutto il percorso hanno vigilato sulla correttezza della gara. La prova che ha designato la contrada vincitrice è stata vinta dalla Contrada Borgo Maggiore, seguita da Castello di Contignano, Castelmorro, Bonmigliaccio ed infine la Contrada di Borgo CastelloDopo la gara che ha decretato la Contrada vincitrice della XIV edizione del Palio delle Bigonzo, è seguita la cena nelle cantine delle contrade.