Roma: ‘caso navigator”; sen. Tiziana Nisini (Lega), “un risultato disastroso, si metta fine quanto prima e si trovi una soluzione all’assistenzialismo voluto dal Movimento 5 Stelle. Non è possibile uno sperpero di risorse di denaro pubblico”

“I 2700 navigator che dovevano essere il motore per far ripartire le assunzioni di lavoro nel nostro paese adesso si troveranno a dover trovare un impiego loro stessi. Un risultato disastroso, si metta fine quanto prima e si trovi una soluzione all’assistenzialismo voluto dal Movimento 5 Stelle. Non è possibile uno sperpero di risorse di denaro pubblico. È evidente che il progetto non ha funzionato, a partire dalla Agenzia delle politiche del Lavoro che non ha svolto il compito di stabilizzare i lavoratori e soprattutto continuamente esautorato dallo stesso Ministro Catalfo”, cosi il commento della senatrice della Lega e componente della commissione Lavoro di Palazzo Madama,sen.Tiziana Nisini sul caso dei 2700 navigator per cui sembra non ci siano garanzie per il futuro. “Avevano garantito che i navigator sarebbero stati assunti a tempo indeterminato ed invece i loro contratti scadranno il prossimo anno, proprio perché nella prossima finanziaria rassicurazioni per la categoria, non sono previste – ha concluso Nisini – . È necessario inoltre che il ministro chiarisca una volta per tutte quale sia il ruolo di ANPAL, che ad oggi ha convertito soltanto 140 su 654 contratti a tempo. Qui invece di abolire la povertà la stanno moltiplicando, il governo ne prenda atto”.