San Casciano dei Bagni: strage di pecore attaccate da lupi o da cani. Il sindaco Agnese Carletti, “dobbiamo trovare un equilibrio ambientale. Porrò quanto prima il tema all’attenzione della nuova Giunta Regionale.”

Sono un centinaio gli animali morti che si è trovato di fronte Giuseppe Antonio Cocco, allevatore di San Casciano dei Bagni  , quando all’alba di ieri 23 settembre è uscito di casa per andare dalle sue pecore. Secondo la ricostruzione della Asl, probabilmente il gregge è stato attaccato da lupi o cani e così le pecore, impaurite, sono scappate tutte insieme e sono morte soffocate, una addosso all’altra. Una vera strage. L’episodio è solo l’ultimo di una lunga serie di cronache che parlano di danni ingenti per agricoltori e allevatori dovuti a predatori e ungulati. “Non si può più rimandare una discussione franca e concreta su questo tema- afferma il Sindaco Agnese Carletti-. Dobbiamo trovare un equilibrio ambientale che al momento non c’è perché a pagare sono sempre gli agricoltori e gli allevatori. Porrò quanto prima il tema all’attenzione della nuova Giunta Regionale.”