Sansepolcro: vertenza azienda Kern; consigliere regionale Casucci (Lega), “con una mozione ho chiesto alla Giunta di costituire un tavolo di crisi aziendale, valutando ogni iniziativa per mantenere il presidio produttivo e sostenere i dipendenti”

Con una mozione chiedo alla Giunta regionale di attivarsi immediatamente attraverso la costituzione di un tavolo di crisi aziendale, valutando ogni possibile iniziativa per sollecitare il pagamento degli stipendi arretrati e mantenere il presidio produttivo e gli attuali livelli occupazionali”, è quanto ha fatto sapere il consigliere regionale Marco Casucci (Lega) secondo cui “nonostante si tratti di un’azienda di dimensioni internazionali, i 35 dipendenti attualmente in forza a Sansepolcro, cui si aggiungono i 15 di Assago, da tre mesi non percepiscono lo stipendio. Per i lavoratori della Kern esistono forti motivi di preoccupazione dato che, da un incontro con i vertici aziendali, non sarebbero emerse garanzie per il futuro stesso dello stabilimento. Secondo le organizzazioni sindacali, l’intenzione della proprietà sarebbe quella di mantenere la manutenzione dei macchinari utilizzando appena 8 dipendenti. Stanno continuando ad arrivare altre commesse e ci sono allo studio ulteriori progetti di innovazione per cui, secondo le organizzazioni sindacali, non si capisce perché lo stabilimento debba essere chiuso penalizzando gli attuali lavoratori”.