Santa Fiora: accordo tra Comune e Caritas interparrocchiale per aiutare i cittadini bisognosi

Il 2019 a Santa Fiora si apre all’insegna della solidarietà e dell’aiuto concreto ai più bisognosi: nei primi giorni del nuovo anno il Comune ha sottoscritto una convenzione con la neonata Caritas interparrocchiale di Santa Fiora, Bagnolo, Bagnore e Selva, che comprende tutte le parrocchie del territorio comunale, con l’obiettivo di attivare una rete di solidarietà, per il sostegno morale e materiale della parte più fragile della popolazione. A siglare l’accordo sono stati il sindaco, Federico Balocchi e il parroco don Giacomo Boriolo in rappresentanza della Caritas Interparrocchiale.  “Sarà una collaborazione proficua  – commenta il sindaco di Santa Fiora, Federico Balocchi – nel rispetto dei reciproci ruoli e autonomie. Anche nelle nostre piccole comunità ci sono situazioni di bisogno e quindi vogliamo mettere a punto un modus operandi che ci consenta di rispondere con modalità tempestive ed efficaci a chi versa in difficoltà. È giusto che l’Amministrazione comunale dia una mano alla Caritas per sostenere i cittadini di Santa Fiora che chiedono aiuto: dobbiamo porre le basi per una comunità che sia sempre più solidale e inclusiva, la lotta al disagio sociale sarà senza dubbio più efficace con la collaborazione tra pubblico e privato, tra istituzioni, parrocchie e associazioni di volontariato”.  Secondo quanto stabilito dalla convenzione il Comune di Santa Fiora si impegna ad erogare a Caritas un contributo di 4mila euro per il 2019. Queste risorse potranno essere utilizzate, a seconda del bisogno, per la distribuzione di generi alimentari e vestiario o per interventi assistenziali di tipo economico, con particolare riferimento a pagamenti urgenti di utenze e bollettini o di spese di altro genere. La Caritas Interparrocchiale avrà il compito di gestire i rapporti con i soggetti che vivono in situazioni di disagio in stretta sinergia con gli assistenti sociali e di occuparsi concretamente della distribuzione di generi alimentari, vestiario o del pagamento delle spese per farmaci o utenze. La sede di riferimento di questo progetto di solidarietà sarà la parrocchia delle Sante Flora e Lucilla a Santa Fiora. La convenzione prevede, inoltre, la possibilità di attivare contatti con altre associazioni di volontariato che operano sul territorio. Per lo svolgimento delle azioni di solidarietà dovranno essere fissate delle riunioni periodiche tra i rappresentanti del Comune, i rappresentanti di Caritas gli assistenti sociali e i rappresentanti delle associazioni eventualmente coinvolte.   “La Caritas, presieduta dal parroco – spiega Don Giacomo Boriolo – è un organismo pastorale istituito per animare la parrocchia con l’obiettivo di formare e aiutare tutti a vivere la testimonianza della carità. Da qualche mese è nata a Santa Fiora la Caritas Interparrocchiale che il suo centro nel capoluogo, ma svolge attività anche nelle altre frazioni di Bagnolo, Bagnore e Selva, che sono le parrocchie che reggo come parroco. Grazie a valide persone che si sono prestate generosamente come operatori pastorali per la carità, attraverso la Caritas abbiamo il proposito di dare un fattivo aiuto alle persone che versano in stato di necessità e alle famiglie in difficoltà. Abbiamo già distribuito vari generi alimentari, vestiario e siamo intervenuti in diverse situazioni”. “Certo, poiché è un organismo nato da poco – prosegue il parroco – siamo ancora in fase di organizzazione, ma cerchiamo di fare il possibile. Desidero fare un appello alle associazioni e ai cittadini, perché è importante l’aiuto di tutti. Intanto si è creata una bella collaborazione con la locale Coop, che ringrazio per l’attenzione che ha avuto per la Caritas fin dall’inizio. Devo dire che la risposta da parte dei fedeli c’è stata e anche in modo considerevole. Le nostre parrocchie hanno messo subito in campo alcune attività come la raccolta degli alimenti in chiesa nelle domeniche di Avvento e l’organizzazione di una fiera di beneficenza, che è andata benissimo, al di sopra di tutte le aspettative. Molte persone hanno donato alimenti e portato vestiario contribuendo alla buona riuscita della fiera. Ringrazio tutti e andiamo avanti così. Per un credente aiutare un bisognoso significa incontrare il Signore: ‘L’avrete fatto a me’, dice Gesù nel Vangelo. Per tutti è vero il fatto che fare del bene fa bene e fa crescere in umanità. Desidero ringraziare vivamente l’amministrazione comunale, nella persona del sindaco di Santa Fiora, per il generoso contributo offerto alla Caritas Interparrocchiale. Con queste risorse, si intensifica ancora una volta la fattiva collaborazione tra il Comune e le Parrocchie”.