Sarteano: consigliere comunale di opposizione Danilo Mariani ,”l’amministrazione smentisce dopo due secondi le proprie affermazioni ma le foto trappole e gli ispettori ambientali che dovranno vigilare il conferimento dei rifiuti costeranno 103 mila euro”

Dal consigliere comunale della lista di centrodestra di Sarteano Danilo Mariani riceviamo e pubblichiamo

“Non voglio essere troppo lungo, ma delle cose ve le devo dire.C’era una volta a Sarteano, un’amministrazione che faceva di tutto per essere attendibile e autorevole ma non lo era, e si tirava costantemente martellate ( decidete voi dove ) affermando e smentendo le proprie affermazioni dopo due secondi. La politica é strana si sa. Specialmente in questi ultimi due anni anche a livello Nazionale  sta dando il meglio di se stessa.Anche a livello locale sinceramente non ci facciamo mancare niente, ne é la dimostrazione il consiglio comunale svoltosi il 5 ottobre scorso. Il tutto nasce dalla questione rifiuti, fototrappole e ispettori ambientali.Vi spiego.Ho chiesto dei chiarimenti al Sindaco riguardo la spesa che il comune, e quindi i cittadini, sosterranno per realizzare il suddetto progetto.Ho detto (e le registrazioni del consiglio sono visionabili su YouTube da tutti), che andremo a spendere 100.000 euro per tutto questo e cioè, fototrappole, cassonetti e ispettori ambientali che dovranno vigilare i cassonetti per verificare eventuali irregolarità nel modo con cui i cittadini  consegneranno il rifiuto al cassonetto. Vi ricordo che il comune ha faticosamente redatto il “Regolamento per istituzione del servizio di Ispettori Ambientali”.All’ art. 5 hanno scritto…”…i soggetti interessati dovranno partecipare ad un apposito corso di formazione e aver superato positivamente un esame finale innanzi ad una commissione, finalizzato a verificare le competenze acquisite ed essere inseriti in una apposita graduatoria “…Mazza ,penso io, fanno le cose sul serio: stai a vedere che danno anche lavoro a qualcuno che ha bisogno di lavorare. Ehhh ,che illuso che sono…Durante il consiglio comunale, magicamente invece abbiamo scoperto, udite udite…,chi saranno gli ispettori ambientali a Sarteano??Ma certo saranno persone della SEI cioè della società che si occupa della raccolta dei nostri rifiuti. Ma non finisce qui l’incantesimo…pensate che i signori di SEI Toscana, non potrebbero andare da soli in giro per i cassonetti ad ispezionare, e quindi vanno accompagnati, da chi? Ma da qualcuno della nostra Polizia Urbana…quindi pagheremo (soldi nostri) gli ispettori per essere accompagnati dai nostri agenti di Polizia Urbana…quindi per farla breve mi sono lamentato del fatto che 100.000 euro fossero una bella cifra per fototrappole e per portare a passeggio gli ispettori ambientali.Dopo le battutine del Sindaco, su dove io mi fossi sognato questa cifra, la parola passa al vice Sindaco che per magia ( e siamo a due magie ) ci snocciola una cifra di 103.000 euro per “ foto trappole, ispettori ambientali e piazzole…”cioè esattamente quello che avevo appena  detto …concludendo con la frase…che non corrisponde al vero quello che avevo detto…Sono rimasto “basito”.Inoltre non vi annoio con i punti del regolamento della video sorveglianza ma solo con i più comici che riguardano anche le fototrappole, ma non solo quelle, anche le normali telecamere dislocate in paese.All’art 4.7 comma f, si dice in pratica che le fototrappole serviranno a “monitorare la tipologia dei rifiuti scaricati”: cioè in pratica, mi chiedo, queste fototrappole cos’hanno dei laser/scanner che vedono dentro il sacchetto??Oppure sempre all’art. 4.7 comma a, dove si dice che la video sorveglianza va a tutela di bambini, anziani ecc…e poi si scrive che le telecamere saranno in funzione quando la scuola sarà chiusa…..questo non lo commento, ogni lettore commenti a piacere. Tutta questa video (grande fratello) sorveglianza porterà ovviamente un accumulo di dati di spostamenti, di targhe di auto, di movimenti dei sarteanesi tutti, quindi una mole di dati da proteggere…e, altra magia cosa di dice all’art.23… che il comune tratterà i dati nelle forme “ritenute più idonee “…quindi a sua discrezione…siamo fritti. Io non sarò una cima di politico, ammetto i miei limiti, ammetto la mia ignoranza su tanti argomenti, so che sono più bravo a fare musica che a fare il consigliere comunale…quello che vi ho appena raccontato sembra davvero una favola…ma purtroppo non lo é…103 mila  saluti a tutti”.