Sarteano: Coronavirus; sindaco Landi ,”d’accordo con il Prefetto e le forze dell’ordine abbiamo dato un’ulteriore stretta e interpretazione restrittiva del decreto ministeriale “

Il sindaco di Sarteano Francesco Landi ha comunicato che ,d’accordo con il Prefetto e le forze dell’ordine , è stata data un’ulteriore stretta e interpretazione restrittiva del decreto ministeriale sui seguenti due punti: l’autocertificazione va portata dietro anche per gli spostamenti in paese e le uscite devono essere motivate puntualmente.Non si vanno a trovare i genitori, il nonno o il nipotino.Non ci si incontra con gli amici.
Non ci si ferma a chiacchiere con membri di altri nuclei familiari durante una passeggiata.Non ci si ferma a chiacchiere all’alimentari o all’officina aperta.Non si va all’orto ogni giorno.Non si esce tutto il giorno a passeggio col cane per il paese.Non si va a fare la spesa tutti i giorni ma 2, massimo 3 volte a settimana, da soli e possibilmente con mascherina e guanti.Non ci si sposta, insomma, se non per necessità irrimandabili e dimostrabili.
I controlli saranno sempre più ferrei e Carabinieri e Vigili sempre meno indulgenti.E ricordo che sulla mancata motivazione c’è il penale. La spesa si fa in paese. Se non per comprovate necessità. Non si va ne a Chianciano ne a Chiusi. E anche per la farmacia ci si serve in paese. Sono state denunciate già diverse persone che ricadono in questa casistica. Dda ieri è fatto obbligo per chi torna dall’estero autosegnalarsi al numero verde della Usl 800 579 579 e mettersi in quarantena per 14 giorni. In caso di mancata segnalazione scatta il penale.Raccomando, per l’ennesima volta, il rispetto maniacale delle regole base di precauzione e igiene”