Sarteano: da oggi c’è anche uno slargo dedicato al Papa sarteanese Pio III. Inaugurato dal sindaco Landi con il Vescovo Manetti  proprio di fronte alla Chiesa di San Francesco dove è stato creato uno spazio in travertino con delle fioriere. Praticamente tutto il paese ha partecipato all’evento in concomitanza con  la festa del patrono, la Madonna del Buonconsiglio

Di Leonardo Mattioli

Il Patrono di Sarteano è la Madonna del Buonconsiglio, una festa molto sentita dalla comunità che oggi si è riversata in massa per assistere al taglio del nastro per la nuova opera realizzata di fronte alla Chiesa di San Francesco (uno slargo  con pavimentazione in travertino dedicato al Papa  sarteanese Pio III, nipote di quello più famoso di Pienza Pio II)e per seguire la processione per le vie del paese in onore della Madonna con tanto di effigie portata a spalla da quattro  cittadini che si sono alternati  , a ogni scadenza prevista,con altrettanti volontari visto il peso non indifferente del baldacchino sacro. Una processione che ha avuto il suo clou proprio nel taglio del nastro da parte del Vescovo della Diocesi di Montepulciano-Pienza-Chiusi  Steano Manetti che ha anche benedetto il nuovo slargo e tutta la comunità. Prima di lui il sindaco Francesco Landi ha voluto ricordare come i lavori di riqualificazione siano stati realizzati con risorse proprie e grazie a tanti aziende locali che hanno prestato la loro opera e i loro materiali . “Questa nuova piazza – ha detto ancora il sindaco attorniato da tutta la giunta- è un regalo dei sarteanesi a Sarteano, una opera a misura della comunità a soprattutto dei bambini che qui potranno finalmente giocare senza pericoli delle macchine”. Infatti la realizzazione del nuovo slargo ha fatto si che tutti i parcheggi davanti alla Chiesa di San Francesco siano stati cancellati. Cosa questa che ha entusiasmato molto il Parroco Don Fabrizio invitando tutti a “non parcheggiare più neanche nei pressi della nuova piazzetta. Anzi  – ha aggiunto – se vedete che lo faccio io ‘brontolatemi’ pure”. Don Fabrizio anche ha anche ricordato che al Papa di Sarteano (nato nel 1439 e morto nel 1503 dopo solo 26 giorni di papato) il paese ha dedicato negli anni passati una via che però è”un pò nascosta e in zona lontana dal centro storico dove è nato Pio III”. Tagliato il nastro e benedetta la piazza la processione è ripresa per le vie del paese con in testa il Vescovo e il parroco e tutta la parte religiosa del corteo seguita da quella cosiddetta laica con il Gonfalone del comune e le insegne delle cinque contrade  di Sarteano.E  ovviamente con la Filarmonica del paese che ha suonato per tutta la processione.