Sarteano: la contrada di San Martino vince la gara per il miglior presepe realizzato all’insegna dell’accoglienza e della solidarietà

Di Leonardo Mattioli

La contrada di San Martino, guidata da Francesco Ciaccioni, ha vinto la gara per il miglior presepe realizzato all’insegna dell’accoglienza e della solidarietà. E ieri sera, durante la “Tombola della befana”organizzata dalla Giostra del Saracino,presieduta da Sergio Cappelletti ,ha ricevuto il premio consistente in una riproduzione della natività eseguita dal ceramista Fabrizio Rocchi, natività presente fin dall’estate scorsa nel piccolo museo privato  dei  “Presepi dal mondo” di Stefano Rappuoli che oramai è diventato un “must” non solo per gli italiani ma anche per i moltissimi appassionati stranieri. A organizzare la sfida tra le cinque contrade di Sarteano (le altre sono Sant’Andrea,San Bartolomeo, San Lorenzo e SS. Trinità) è stata la Proloco guidata da qualche tempo da Claudio Gherardini che ha portato a casa un buon risultato con l’iniziativa che ha coinvolto tutto il borgo diventato per le feste natalizie “Il paese dei presepi”. E’ il secondo anno consecutivo che il piccolo paesino toscano a sud di Siena si trasforma  nel borgo delle natività come deciso dalla giunta guidata da Francesco Landi rimasto impressionato dal successo avuto tre anni dal museo privato di Rappuoli.