Sarteano: lavori nuova strada Pian di Mengole e nuova rotatoria Viale Amiata; Stefano Giorni (responsabile Lega bassa Valdichiana), “ siano sempre stati  in disaccordo sul progetto della nuova viabilità prospettata. Il sindaco si impegnò a rivederlo in alcune parti ma non è stato fatto. L’opera è a dir poco ‘ridicola’. Constatiamo la totale incompetenza di amministratori e tecnici”

Da Stefano Giorni, responsabile della Lega della bassa Valdichiana, riceviamo e pubblichiamo

“La Lega è stata in disaccordo sul progetto della nuova viabilita’ di Sarteano per le molte criticita’  che presentava,fin dalla prima esposizione da parte degli amministratori alla cittadinanza in un incontro presso la sala mostre almeno un paio di anni fa, presenti i rappresentanti della Lega tra cui il nostro responsabile organizzativo provinciale Elisabetta Valenti . Il  Sindaco , insieme ai tecnici della societa’ incaricata per lo  studio di fattibilita’ si impegnò  davanti alla cittadinanza ad approfondire alcuni aspetti del progetto ed eventualmente a rivederlo in alcune parti, in particolare in quello  relativo  allo stralcio che interessera’ via Campo dei fiori  e al passaggio davanti alla Farmacia. A distanza di due anni ci pare di capire che niente e’ stato rivisto ma soprattutto, pur essendo solo alle prime fasi di lavorazione, constatiamo la totale incompetenza di amministratori e tecnici. L’opera appena ultima all’imbocco di via Firenze , e’ a dir poco “ridicola”. Sono state realizzate grandi aiole  superflue e marciapiedi lasciando  uno spazio insufficiente per le carreggiate ignorando in particolare che quel tratto di strada porta anche ad una cava e che quindi e’ interessata al traffico di camion e bilici per i quali e’ totalmente impossibile che possano fluidamente disimpegnare tale rotatoria. A supporto di quanto sostenuto ci sono i segni lasciati sui cordoli dalle gomme e dai cerchi degli autocarri gia’ a distanza di due giorni  dall’apertura del cantiere. La Lega raccoglie il  dissenso della cittadinanza  e si unisce al pensiero espresso anche dai consiglieri di opposizione. Ci auguriamo che questa amministrazione si faccia carico degli evidenti errori  commessi sia in fase di progettazione ma soprattutto non rilevati in fase di esecuzione facendo in  modo che non gravi ulteriormente sulla cittadinanza. Purtroppo le ultime amministrazioni ci hanno insegnato che il  porre toppe su errori commessi e’ ormai una consuetudine consolidata e purtroppo questo modus operandi  e’ a discapito della popolazione. Ci pare di capire che anche questa vicenda sara’ all’insegna degli strafalcioni e del raffazzonamento.”