Sarteano: progetto Acea a Chiusi; sindaco Landi ,”invito chiunque sia interessato a seguire, insieme anche al Comune di Sarteano, le prossime assemblee a Chiusi  in modo da acquisire un sapere e un pensiero critico rispetto ad un tema complesso dove l’improvvisazione non fa bene a nessuno”

“Invito chiunque sia interessato a seguire, insieme  al Comune di Sarteano, le prossime assemblee in modo da acquisire un sapere e un pensiero critico rispetto ad un tema complesso dove l’improvvisazione non fa bene a nessuno”. E’ quanto ha scritto su Fb il sindaco di Sarteano Francesco Landi (nella foto insieme al primo cittadino di Chiusi Juri Bettollini) dopo aver partecipato all’assemblea di insediamento della commissione di inchiesta promossa da Regione Toscana sul “Progetto per la realizzazione di un impianto di recupero di fanghi biologici prodotti dal trattamento delle acque reflue urbane, mediante processo termo-chimico, per la produzione di bio-lignite, da realizzare nel territorio del Comune di Chiusi”. La commissione – la terza in Toscana negli ultimi tre anni – ha come obiettivo quello di rendere trasparente l’iter autorizzativo dell’impianto, quello di informare e quello di accogliere le istanze, perplessità e preoccupazioni degli interessati con la finalità di essere di supporto all’amministrazione regionale a cui comunque fa capo l’iter autorizzativo.I lavori procederanno nelle prossime settimane con almeno due pomeriggi di incontro dove sarà presentato il progetto e dato spazio agli interventi degli interessati.La commissione si chiuderà i primi giorni dell’anno 2020 con una seduta finale dove saranno presentate le relazioni delle due parti che faranno da supporto alla Regione nel processo decisionale.”Credo che l’esperienza di oggi – ha anche detto Landi – segni il primo passo di un bel processo conoscitivo e partecipativo su un tema molto importante e delicato perché sentito dalle persone delle nostre comunità”.