Siena: cambiamenti climatici e mercati asiatici; il programma dei due convegni a Wine&Siena

Cambiamenti climatici, sostenibilità e i nuovi orizzonti del vino italiano, fra mercati asiatici rivoluzione digitale e biologico. Due argomenti di grandissima attualità. Il cambiamento del clima è sotto gli occhi di tutti. Affrontare i cambiamenti diventa una necessità per il settore vitivinicolo. Così come costruire i presupposti dell’innovazione di marketing che il digitale pone a tutti e il crescere nei mercati del grande oriente. Wine&Siena 2019 ha voluto proporre due momenti di approfondimento che vanno in questa direzione. I due convegni nascono dalla collaborazione tra l’organizzazione di Wine&SienaCapolavori del Gusto, esperti professori e ricercatori dell’Università di Siena e la Fondazione Itinera di Confcommercio. L’obiettivo è quello di mettere a fuoco opportunità e sfide per il mondo del vino.Si inizia venerdì 25 gennaio, alle 10.15, presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli Studi di Siena con “Cambiamenti climatici e sostenibilità: nuove sfide per le imprese vitivinicole e le istituzioni” a cui saranno presenti Gianmarco Centinaio, ministro delle Politiche Agricole e Forestali, e Marco Remaschi, assessore regionale Politiche Agricole. Il saluto sarà del rettore dell’Università degli Studi di Siena Francesco Frati e poi interverrà Simone Bastianoni, referente scientifico del progetto  internazionale sostenuto dall’ONU “Sustainable Development Solutions Network” Siena. Alle 11, il della tavola rotonda con Helmuth Köcher, The WineHunter – presidente Gourmet’s International e patron del Merano WineFestival, che tornerà sul tema presentando i risultati della tavola rotonda che si è svolta al Teatro Puccini di Merano in occasione della 27^ edizione di Merano WineFestival.  Insieme al ministro Gianmarco Centinaio e all’assessore regionale Marco Remaschi saranno presenti, Michele Mannelli, presidente Azienda Salcheto e socio del Consorzio del Vino Nobile, Stefano Stefanucci, direttore di Equalitas, Roberto V. De Rosa, amministratore unico di Qcertificazioni, Angelo Riccaboni, presidente Fondazione Prima.Sabato 26 gennaio, alle 14.30, sempre presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università degli studi di Siena, si parlerà invece di “Nuovi orizzonti del vino italiano fra mercati asiatici, rivoluzione digitale e biologico”, moderatori Lorenzo Zanni, Università degli Studi di Siena, e David Taddei, giornalista. Introdurranno i saluti di Francesco Frati, rettore dell’Università degli Studi di Siena, con Monica Barni, vice presidente Giunta Regione Toscana, Luigi De Mossi, sindaco del Comune di Siena e Donatella Prampolini, vice presidente Nazionale Confcommercio. Interverranno Brunella Saccone, Ufficio agroalimentare e vini di ICE con la relazione “Le politiche di promozione di successo nel mercato asiatico”, Alessandro Regoli, direttore di Wine News che parlerà dell’ “Apertura al mercato asiatico delle imprese del settore vitivinicolo italiane”, Stefano Di Piazza, chief Marketing Officer di Vinora, con “Strategie digitali per far conoscere la propria cantina al mondo”, Donatella Cinelli Colombini, presidente nazionale Le Donne del Vino che parlerà di “Mercati asiatici fra opportunità e difficoltà in evoluzione continua”, Roberto Scalacci, Regione Toscana – direzione Agricoltura e Sviluppo rurale, con la relazione “Esperienze di innovazione nella promozione dei vini toscani di qualità”, Massimo Nepi, Handler of Bachelor in Agri business – Università degli Studi di Siena, che approfondirà le “Nuove iniziative formative in agribusiness”. La chiusura dei lavori sarà a cura di Helmuth Köcher, The WineHunter e patron della manifestazione Wine&Siena.Tutto questo è anche Wine&Siena – Capolavori del Gusto nella sua quarta edizione, i prossimi 26 e 27 gennaio a Siena, il primo grande evento dell’anno dedicato alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche firmato dagli ideatori del Merano WineFestival che vuole promuovere il meglio della produzione vitivinicola e culinaria toscana selezionata dal WineHunter Helmuth Köcher. Oltre 150 produttori, 500 vini in degustazione, un percorso enogastronomico nei palazzi storici senesi con grandi protagonisti i prodotti premiati all’interno della guida The WineHunter Award, consultabile su award.winehunter.it, il premio di qualità certificata assegnato dalla commissione d’assaggio del Merano WineFestival. A Wine&Siena sono presenti dunque solo produttori selezionati.