Siena: Carabinieri denunciano per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato un 23enne. In nottata il giovane aveva infranto con un pugno il lunotto posteriore di un’autovettura procurandosi anche una ferita alla mano destra. Arrivati i Militari il 23 enne aveva opposto anche resistenza

Stamani i carabinieri della Stazione di Siena Centro hanno depositato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Siena una comunicazione di notizia di reato inerente alla denuncia in stato di libertà per resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato, a carico di un operaio 23enne, residente a Siena nel rione di Ravacciano. Attorno all’una e trenta di stanotte, il giovane denunciato, in preda a un momento di minore serenità, in Piazza della Lizza, ha infranto con un pugno il lunotto posteriore di un’autovettura ivi parcheggiata, di proprietà di una 50enne senese che risiede in quei dintorni. Durante tale operazione il ragazzo si è procurato una ferita lacero contusa alla mano destra, con notevole perdita di sangue. L’operato assai scorretto del giovane è stato immediatamente stigmatizzato, con contestazioni dirette nei suoi confronti, da alcuni passanti che avevano assistito all’episodio e che hanno chiamato l’intervento dei carabinieri al 112. Sono intervenute immediatamente sul posto due pattuglie dell’Arma. Non ancora soddisfatto da tale performance l’uomo ha opposto resistenza all’azione di controllo e identificazione svolta dai militari, che alla fine hanno avuto la meglio e lo hanno generalizzato, in maniera da poter riferire in breve all’autorità giudiziaria. La persona in questione non ha riferito su particolari motivi che lo abbiano indotto a tale comportamento. Egli è stato inoltre trasportato da un’ambulanza al pronto soccorso delle Scotte per essere ivi medicato.