Siena: chiusura quotidiano Corriere di Siena; Scaramelli (Italia Viva) ,”la chiusura di un giornale è una ferita profonda per il mondo dell’informazione, del lavoro, ma anche per la democrazia.”

Il capogruppo regionale di Italia Viva in Toscana Stefano Scaramelli ha scritto sulla sua enews

“Le istituzioni salvaguardino, tutelino e sostengano l’informazione anche locale. La chiusura di un giornale è una ferita profonda per il mondo dell’informazione, del lavoro, ma anche per la democrazia. Ieri il Corriere di Siena non è stato  in edicola, in passato è accaduto per altre testate. Il mondo dell’informazione, soprattutto di quella locale, delle testate autorevoli in cui lavorano e collaborano i professionisti dell’informazione sono essenziali per la democrazia e le istituzioni se ne devono far carico nel rispetto delle prerogative proprie del mondo dell’informazione. La stampa è, e deve continuare ad essere, spazio democratico trasparente, tanto più evidente in un’epoca di fake news e di pandemia. Oggi, ognuno di noi, anche chi prima poteva essere meno attento al mondo dell’informazione, si è potuto rendere conto di quanto siano importanti le testate giornalistiche autorevoli e di professionisti dell’informazione. Di quanto bisogno ci sia di pluralità di voci e di competenza, in ogni campo”.