Siena: Consorzio Agrazio; Flai-Cgil; “subito al lavoro, fuori da ogni logica di schieramenti contrapposti”.

Con l’approvazione del bilancio 2019 e la nomina del nuovo Direttore  Ado Guerrini,” auspichiamo che si apra una nuova fase per il Consorzio Agrario di Siena, azienda storica e fondamentale per l’agricoltura di questo territorio”. Così in una nota la Flai-cgil secondo cui “servono da subito iniziative che possano portare consolidamento e sviluppo ad una struttura radicata che presenta ampi margini di crescita, espansione e fatturato, purché tutti gli attori coinvolti lavorino in un’unica direzione, in maniera condivisa, tutelando al contempo l’occupazione e i soci, visto che i lavoratori e gli agricoltori sono l’anima del Consorzio.Inoltre è fondamentale preservare l’azienda da ogni logica di schieramenti contrapposti che potrebbero essere causa di ulteriori effetti gestionali negativi o di percorsi nebulosi di accorpamento con altre realtà, portando via dal territorio eccellenze preziose com’è purtroppo successo a tanti altri consorzi.  Ci auguriamo quindi che si operi in maniera costruttiva e trasparente senza temporeggiare magari attendendo le elezioni di un nuovo CdA nella prossima primavera… Il Consorzio Agrario di Siena può risollevarsi solo valorizzando il comparto agroalimentare e garantendo beni e servizi di qualità per soddisfare le aspettative di tutti i soci e clienti, che in questa realtà credono ancora molto.Con queste premesse – conclude la nota –  il sindacato farà la propria parte per dare un contributo fattivo attraverso un confronto costante”.