Siena: continuano le polemiche sullo spettacolo “Bibbiena e Gender”; Federazione Psi denuncia sostegno  Osservatorio di Bioetica a iniziativa in quanto come “organismo “superpartes” che monitora tematiche riguardanti scienza, etica e vita  può soltanto “osservare” e al massimo suggerire”

Dalla Federazione di Siena del PSI riceviamo e pubblichiamo

“La Federazione di Siena del Partito Socialista Italiano si sente di dover denunciare il sostegno che l’Osservatorio di Bioetica di Siena ha dato, attraverso un comunicato stampa, all’iniziativa patrocinata e promossa dal Comune di Siena . Gli aspetti che dettano sconcerto e critica riguardo al sostegno a Diego Fusaro e al suo testo teatrale sono diversi.L’Osservatorio di Bioetica di Siena, essendo un organismo “superpartes” che monitora tematiche riguardanti scienza, etica e vita a nostro parere può soltanto “osservare” e al massimo suggerire un comportamento a lui vicino e non certo porsi come sostenitore di una piéces su aspetti della vicenda “Bibbiano” sui quali ancora la Giustizia deve fare chiarezza.Se così non fosse il rischio sarebbe quello di indurre le persone a convinzioni viziose e fuorvianti, lontane dalla realtà e dalla libertà di pensiero. La posizione aprioristica e politica sostenuta dall’Osservatorio è pericolosa e tendenziosa quando invece c’è bisogno di cautela, delicatezza e non di ambiguità ideologica e strumentale.La Federazione di Siena del PSI ricorda, inoltre, e questo è l’ultimo aspetto contraddittorio, che l’iniziativa in questione verrà finanziata dal Comune utilizzando denari pubblici legati al capitolo “Interventi a sostegno dei minori”, togliendo denari a sicuri interventi di supporto a quella “famiglia” che l’Osservatorio di Bioetica stesso dice di sostenere e proteggere”.