Siena: Guardia di Finanza; nuovo sorvolo sul territorio della provincia con la componente aerea del corpo finalizzato al controllo economico del territorio stesso

Continua incessante l’azione delle Fiamme Gialle senesi a presidio della tutela delle libertà economiche dei cittadini, delle imprese e dei professionisti onesti, quale condizione indispensabile per il raggiungimento dell’equità sociale poste a fondamento del benessere della collettività. Operando in tale contesto, a distanza di pochi mesi dalla precedente ricognizione aerea, è stato dato nuovamente attuazione ad uno scambio sinergico tra la componente territoriale del Corpo (Compagnia di Siena e Tenenza di Montepulciano) e quella aeronavale (Sezione Aerea di Pisa) che ha consentito, sfruttando le reciproche competenze e grazie all’utilizzo di equipaggi misti, una mappatura aerea del territorio della Provincia di Siena attuata con mirati sorvoli operativi. Ciò ha reso possibile un più concreto e circostanziato controllo economico del territorio, svolto in maniera coordinata con l’ausilio di pattuglie automontate, nell’ottica di assicurare un’efficace contrasto alle fenomenologie economico/finanziarie illecite presenti nella Provincia.    L’attività posta in essere rientra nell’ambito di una più ampia attività di monitoraggio della provincia svolta sia di giorno che di notte a bordo anche delle nostre unità aeree presidio irrinunciabile nel contrasto ai traffici illeciti.  La Guardia di Finanza svolge quotidianamente il proprio ruolo di polizia economico finanziaria a competenza generale a contrasto degli illeciti tributari e non, nonché degli altri fenomeni di illegalità comune a questi connessi operando in modo coordinato e trasversale attraverso le professionalità delle proprie componenti di terra e aeronavali. In questo modo è in grado di sviluppare una complessa ed organizzata attività preventiva e repressiva atta a contrastare il malaffare nelle sue multiformi sfaccettature, pur salvaguardando la sua innata vocazione sociale in ultimo volta all’affermazione dei principi costituzionali di eguaglianza e libertà economica al fianco dei cittadini onesti e delle loro legittime aspirazioni.