Siena: il cinema, arte sociale o arte per il sociale?

Arte pubblica destinata alla fruizione collettiva e grande strumento di impegno civico: queste le due anime del cinema “per il sociale” che il Direttore Artistico di Visionaria Film Fest Giuseppe Gori Savellini porta a StARTers, ciclo di assaggi d’arte promosso dal Siena Art Institute. L’appuntamento con “Il Cinema: arte sociale o arte per il sociale?”, che prosegue la conversazione avviata da Siena Art Institute e Visionaria nel contesto del progetto Off Side di Siena Città Aperta, è per martedì 13 marzo alle 18 in Via Tommaso Pendola 37 . Nato come forma di arte destinata alla fruizione collettiva, il cinema attraversa in questi anni un periodo di grandi trasformazioni. Al Siena Art Institute, Giuseppe Gori Savellini tratterà il tema dell’evoluzione di pubblico e modalità di distribuzione dei film, indipendenti e mainstream, e disegnerà un quadro delle possibilità di sviluppo futuro di un festival cinematografico indipendente come Visionaria Film Fest. Tra i temi trattati, il progetto Visioni in Movimento – La visione contemporanea dei cammini europei curato da Giuseppe Gori Savellini stesso per Visionaria e la nuova frontiera del cinema in cammino.