Siena: il Comune ha confermato la volontà di investire sullo Stadio Franchi ma ha revocato il progetto di riqualificazione e di ammodernamento presentato da “Sienainsieme” che non ha presentato un nuovo studio di fattibilità  . Stanziati 1.400.000 euro per la messa in sicurezza statica della tribuna e della gradinata in calcestruzzo dello Stadio comunale

La Giunta comunale di Siena ha confermato il pubblico interesse e la volontà di investire sullo Stadio “Artemio Franchi”, ma ha revocato il progetto, presentato da Sienainsieme, di fattibilità e riqualificazione funzionale e ambientale dell’impianto sportivo, che interessa anche le aree limitrofe comprese fra viale dei Mille con le sottostanti Mura storiche, il lato est della Fortezza Medicea, con conseguente spostamento della scuola primaria “Achille Sclavo” all’interno della stessa, viale Curtatore e viale Tozzi. Come disposto dalla delibera di Giunta del 20 maggio 2014, il soggetto proponente, Sienainsieme, avrebbe dovuto presentare, cosa che non si è verificata, un nuovo studio di fattibilità in linea con quanto previsto, in relazione ai numerosi contributi e pareri della preliminare conferenza di Servizi. <<Una scelta di trasparenza e correttezza – ha dichiarato l’assessore allo Sport Paolo Benini – maturata anche grazie a un proficuo lavoro di squadra con l’assessore all’Urbanistica Francesco Michelotti e gli uffici comunali, che non esclude, comunque, investimenti sulla struttura>>. Come precisato dall’assessore ai Lavori Pubblici Sara Pugliese: <<l’amministrazione ha stanziato, per il biennio 2020-2021, una spesa 1.400.000 euro per la messa in sicurezza statica della tribuna e della gradinata in calcestruzzo dello Stadio comunale, compresa la sostituzione delle sedute della gradinata stessa, ormai deteriorate. Il progetto parte dall’esito delle verifiche di vulnerabilità, in corso di completamento, facendo ogni sforzo per coordinare nel miglior modo possibile i lavori con l’attività sportiva programmata nell’impianto>>.