Siena: la Guardia di Finanza scopre un altro evasore totale in Valdichiana. Si tratta di un soggetto operante nel campo dell’edilizia

Da nord a sud della Provincia prosegue l’azione di contrasto della Guardia di Finanza di Siena: ancora un altro “evasore totale” scoperto dai militari del Comando Provinciale di viale Curtatone. Questa volta si tratta di un soggetto, operante nel campo dell’edilizia, che non ha adempiuto agli obblighi di dichiarazione per tutti i settori d’imposta ed operante nella Valdichiana. Una verifica che ha riguardato il 2014 e il 2015 ove i finanzieri hanno dapprima proceduto a riscontrare le risultanze contabili dell’impresa verificata con i documenti acquisiti dai soggetti economici che hanno posto in essere rapporti commerciali con la stessa, quindi i dati così desunti sono stati incrociati con quelli estrapolati dagli applicativi informatici in uso.  L’attività posta in essere, oltre a far emergere l’omessa tenuta e conservazione dei registri e libri contabili previsti dalla normativa di settore, ha consentito di ricostruire il reale volume d’affari del contribuente infedele che, per gli anni d’imposta 2014 e 2015, è risultato ammontare complessivamente a circa 110.000 euro con un’IVA evasa per quasi 8.000 euro. Un altro soggetto sconosciuto al fisco, dunque, scovato dalle Fiamme Gialle in provincia di Siena. L’imprenditore è stato prontamente segnalato all’Ufficio finanziario competente per il recupero a tassazione di quanto dovuto. Il contrasto all’economia sommersa, e più in generale, all’evasione e alle frodi fiscali costituisce una linea d’azione fondamentale nell’ambito delle funzioni di polizia economico-finanziaria del Corpo, non solo per i profili strettamente connessi al recupero delle somme illecitamente sottratte alle casse dello Stato, ma anche per garantire un fisco più equo e proporzionale all’effettiva capacità di ognuno. In tale contesto la Guardia di Finanza opera ogni giorno per ripristinare le necessarie condizioni di giustizia e solidarietà tra Stato e cittadini.