Torrita di Siena :‘A Sciuquè’ chiude la stagione teatrale degli Oscuri

‘A Sciuquè’, una produzione delle compagnie “L’Malmand” e “I Nuovi Scalzi, scritto, diretto e interpretato da Ivano Picciallo, andrà in scena sabato 14 aprile, alle 19 e alle 21:15, al Teatro degli oscuri di Torrita di Siena. Uno spettacolo teatrale forte che nasce dalla necessità di raccontare un problema sociale in forte espansione che attira a sé uomini e donne di tutte le età, categorie e classi sociali: la dipendenza dal gioco d’azzardo.Ambientato in Puglia, ‘A Sciuquè’ racconta di cinque personaggi, inizialmente cinque bambini che giocano in strada e vivono le loro giornate giocano e facendo le prime scoperte. Si percorre un viaggio lungo i passaggi delle loro vite, le prime esperienze sessuali, le prime delusioni amorose e gli scherzi dei ragazzi. Il fulcro del lavoro è la ricerca della contraddittorietà del gioco che dalla sua forma pura giunge al vizio. Una ricerca costante, scandita nei diversi quadri da un dinamismo perpetuo di immagini che si rincorrono e si susseguono, dove gli attori – in una forma di coro-moderno – accompagnano il protagonista Nicola nell’excursus della propria vita. Un ritmo incessante, una estrema veracità di linguaggio a servizio dei corpi spinti in una minuziosa prossemica catturano lo spettatore in una immediata ed inconsapevole connessione d’emozioni.Un tema forte, dunque, è stato scelto dalla Compagnia Teatro Giovani Torrita per chiudere la fortunata stagione teatrale degli Oscuri. Una stagione che ha fatto registrare sempre il tutto esaurito, incontrando i gusti del pubblico che fin dall’inizio ha supportato e amato l’attività della Compagnia Teatro Giovani, fiore all’occhiello della comunità torritese e non solo. no spettacolo teatrale assolutamente da non perdere perchè nasce dalla necessità di raccontare un problema sociale in forte espansione che attira a sé uomini e donne di tutte le età, categorie e classi sociali: la dipendenza dal gioco d’azzardo” – è il commento della Compagnia‘A Sciuque’, interpretato da Adelaide Di Bitonto, Giuseppe Innocente, Igor Petrotto, Ivano Picciallo, Fransceco Záccaro, le scene e i costumi sono affidati a Lorena Curti, mentre alle luci
Fabio Durastante, ha ottenuto il “Premio della Direzione della Nico Pepe” alla VII ed. del Premio Nazionale Giovani Realtà e Teatro.