Toscana: carceri; Scaramelli (Pd), “Monitorare costantemente la situazione e implementare le visite”.Stamani in commissione Sanità la relazione 2017 del garante regionale dei detenuti Franco Corleone

Tenere alta l’attenzione sulla situazione delle carceri e implementare le visite, con l’obiettivo di cercare di migliorare il più possibile il sistema sanitario dei detenuti. Continua il suo lavoro di attento monitoraggio sul tema della salute nella detenzione  la commissione Sanità guidata da Stefano Scaramelli (Pd) che stamani ha ascoltato la relazione del garante dei detenuti Franco Corleone. “Abbiamo affrontato- ha detto Scaramelli–  temi come la  correlazione dei problemi sanitari e sociali dentro le carceri e nel contempo il problema dei malati psichiatrici, delle REMS, della detenzione degli stranieri e scomputo della pena nel paese di origine,  cosi come le ripercussioni dei Trattamenti Sanitari Obbligatori. Non abbiamo solo visitato le carceri ma soprattutto abbiamo cercato di risolvere le problematiche diffuse . Riguardo alla salute, primario resta il funzionamento della sanità in carcere, l’attenzione alle problematiche della infermità psichica e il monitoraggio dei trattamenti sanitari obbligatori. La commissione Sanità ha espresso parere secondario favorevole a una proposta di risoluzione che impegna l’assemblea regionale ad assicurare, attraverso il garante, la finalità rieducativa della pena e il reinserimento sociale dei condannati. Nell’atto si chiede, inoltre, che venga sostenuta e rafforzata l’efficienza dell’ufficio del garante anche con un incremento di personale.  Stefano Scaramelli (Pd) ha poi  espresso a nome di tutti i consiglieri l’impegno ad implementare una serie di visite nelle carceri per approfondire eventuali problematiche in apposite sedute e sostegno all’attività di Corleone.