Toscana : commercio; Scaramelli (Italia Viva), “prorogati i protesti al 31 agosto, ridotte le sanzioni. Una boccata di ossigeno per i commercianti per cui ci siamo battuti in queste settimane”

“Un aiuto concreto ai commercianti per ripartire. È grazie anche alla nostra testardaggine e alla determinazione con cui dai banchi del Consiglio regionale abbiamo sollevato la questione, dopo il lavoro di ascolto e partecipazione dei commercianti, se siamo arrivati a questo importante risultato”. A dirlo Stefano Scaramelli, capogruppo di Italia Viva in Consiglio regionale, sul quarto decreto legge economico in risposta all’emergenza COVID che il Consiglio dei Ministri ha approvato (DL “Cura Italia” in marzo, DL “Liquidità” in aprile, DL “Rilancio” in maggio e ora questo, per un totale di 100 miliardi). “Ringrazio il Deputato di Italia Viva Ferri e in particolar modo Boschi e Marattin, determinate per arrivare in fondo alla soluzione di questo enorme problema. Proseguendo il percorso che già avevamo iniziato nel DL Liquidità, diamo – spiega Scaramelli – una ulteriore mano a tutti quei commercianti che avevano pagato la merce con titoli di credito e che poi (con i negozi chiusi durante il lockdown) si sono trovati impossibilitati a venderla (ma con i conti da pagare). Proroghiamo al 31 agosto la data entro la quale un titolo di credito potrà essere stato emesso per accedere alla temporanea non-protestabilità, e riduciamo le sanzioni per ritardato pagamento qualora il debito venga saldato entro 60 giorni”.