Toscana :Coronavirus e fondi regionali; Marchetti (FI), «per turismo e impresa  Toscana euro zero, centrodestra sarà bonus rottamazione delle sinistre»

«Per turismo e impresa viaggiamo su una Toscana euro zero. Il centrodestra sarà il bonus rottamazione per Rossi e le sue sinistre che lasciano a bocca asciutta chi lavora e produce»: parola del Capogruppo regionale di Forza Italia Maurizio Marchetti che, copia del Sole24Ore alla mano, ha messo un segnalibro su pagina 10.«Qui – spiega – oggi compare l’inchiesta Sos vacanze, arrivano gli aiuti regionali. Ebbene, in Toscana non arrivano. Nella disamina tra i vari provvedimenti regionali messi in campo a sostegno di un settore chiave come quello turistico, la Toscana non compare nemmeno nella tabella che dichiara per fonte i dati delle Regioni. Lo trovo vergognoso. Del resto questa tabella fa scopa con quella che la medesima testata pubblicava il 4 maggio sempre su dati regionali ma circa gli aiuti a famiglie e imprese: lì la Toscana era ultima d’Italia con zero euro stanziati a sostegno dell’universo produttivo e appena 2,9 euro pro capite per aiuti straordinari alle famiglie».Stroncatura netta, da parte di Marchetti, per la giunta regionale: «L’azione di governo in emergenza esperita da Rossi e dalla giunta Pd e Iv non è insufficiente – incalza il Capogruppo azzurro – bensì proprio inesistente. Il pregiudizio veterocomunista contro chi produce e fa impresa, con passione e creatività generando occupazione, pesa in questa fase più di sempre perché manda in tilt il sistema economico tutto, dal piccolo artigiano e commerciante fino alla grande industria. Non ce n’è per nessuno».Per le famiglie non va meglio: «Non va nemmeno la sussidiarietà», rincara Marchetti «Se fino al 4 maggio Rossi & C. si erano limitati a offrire caffè e briochina mignon coi 2,9 euro pro capite stanziati fino al 4 maggio – prosegue – la scorsa settimana hanno destinato spiccioli agli aiuti alimentari alle famiglie, ovvero 500mila euro che rispondono alla miseria con una miseria».  Secondo Marchetti la tenaglia è servita: «Le sinistre regionali impoveriscono la Toscana e poi non aiutano i toscani – analizza – generando una morsa infernale di disagio sociale in cui la nostra splendida e vitale regione resta stritolata. Soprattutto perché viene da decenni di ‘non fatto’ in termini infrastrutturali, di promozione e di governance mai strategizzate in settori fondamentali tra termalismo, politiche di filiera, ciclo dei rifiuti. Pd e sinistre fin qui si sono contentati di governicchiare. Oggi, se leggo i dati, vedo che non ci provano nemmeno più. In compenso Enrico Rossi ed Eugenio Giani pensano alle loro personali scalate al potere, uno invocando il congresso Pd e l’altro spingendo per votare in piena pandemia. Questi però sono gli stessi che, malgrado 59 ordinanze emanate, ci tengono ostaggi nella Toscana euro zero. Da rottamare. Il bonus rottamazione c’è, è il centrodestra».