Toscana: giunta stabilisce contributo di 4 milioni di euro per conservare e valorizzare gli ecosistemi forestali

di Massimo Orlandi

Un contributo da 4 milioni di euro per conservare, migliorare e valorizzare i nostri ecosistemi forestali. Lo ha deciso la giunta regionale, su proposta dell’assessore regionale a agricoltura e foreste Marco Remaschi. I fondi provengono dal Piano di sviluppo rurale, in particolare da una sottomisura, la 8.5, che sostiene gli investimenti destinati ad accrescere “la resilienza e il pregio ambientale degli ecosistemi forestali”. “Queste risorse – è il commento dell’assessore Remaschi – contribuiranno a mantenere e valorizzare i nostri ecosistemi forestali, aprendo nuove potenzialità per territori come i nostri nei quali il patrimonio boschivo è davvero notevole. Ma questa sottomisura del Psr, inoltre, permetterà anche di compiere piccoli ma significativi interventi nel campo della fruizione, dalla sentieristica pubblica all’adeguamento di punti informativi e di ristoro, offrendo quindi nuove occasioni di incontro col bosco per i visitatori quando, in un futuro che speriamo prossimo, potranno ritornarvi”. Grazie a questi fondi del Psr sarà possibile effettuare investimenti per la valorizzazione delle aree forestali, in particolare per la realizzazione, ripristino, miglioramento della sentieristica per il pubblico, l’ adeguamento di piccole strutture ricreative, di rifugi, bivacchi e punti ristoro attrezzati, la realizzazione di punti informazione e di osservazione.
La misura sosterrà inoltre gli investimenti per la conservazione e valorizzazione degli habitat e delle aree forestali per migliorare e recuperare le capacità di rinnovazione degli ecosistemi forestali sensibili o degradati e per rafforzare la capacità delle foreste nel mitigare i cambiamenti climatici.  Saranno beneficiari della misura i proprietari, possessori o titolari privati della gestione di superfici forestali, anche collettive, gli Enti pubblici (escluso Regione Toscana), i Comuni, i soggetti gestori che amministrano gli usi civici. Il massimale per ogni beneficiario sarà di 150.000 euro. Il bando, di prossima uscita, prevede, come termine ultimo per la presentazione delle domande, il 31 luglio prossimo.