Toscana: il Consiglio regionale dice no al deposito di rifiuti radioattivi nella regione ; capogruppo  Scaramelli (Italia Viva), “la Toscana ha fatto la Toscana. Mi sono fatto carico con coraggio e determinazione di portare questa  discussione in Consiglio regionale”

“La Toscana ha fatto la Toscana. Netta contrarietà alla realizzazione del Deposito nazionale di scorie nucleari sul nostro territorio”. A dirlo Stefano Scaramelli, vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, depositario della prima mozione presentata sul tema. “Con l’approvazione all’unanimità di questo atto – spiega Scaramelli (capogruppo Italia Viva)  – il Presidente Giani e la Giunta hanno pieno mandato e appoggio di tutto il Consiglio regionale ad esprimere, in ogni sede, con chiarezza e determinazione il no della Toscana alla realizzazione del Deposito nazionale sul territorio. Mi sono fatto carico con coraggio e determinazione di portare questa  discussione in Consiglio regionale. Oggi il consenso diffuso e l’accordo con tutte le forze politiche hanno portato a votare all’unanimità un atto importante per la salvaguardia del nostro territorio. Il coraggio delle idee e la forza della politica che unite difendono il territorio, è la notizia più importante che in questo momento arriva dal Consiglio regionale”.