Toscana: interrogazione consigliere regionale Marcheschi (FdI), “dopo 8 mesi ancora nessuna iniziativa dalla Regione per contrastare gli atti di violenza ai danni di medici e infermieri dei Pronto soccorso”

“Nel luglio scorso è stato approvato all’unanimità un atto, primo firmatario Fratelli d’Italia, dal Consiglio Regionale che impone alla Giunta di prendere provvedimenti per inserire un presidio di sicurezza nei Pronto Soccorso della Toscana. Visto che gli episodi di aggressione nei confronti del personale sanitario sono in costante aumento, con un’interrogazione chiedo al Governatore Rossi e all’Assessore Saccardi cosa hanno fatto in termini di prevenzione e cosa stanno facendo la Regione e i direttori delle Asl per contrastare gli atti di violenza ai danni di medici e infermieri, soprattutto quelli che lavorano nei Pronto soccorso. Vorrei sapere se gli impegni presi nelle delibere dei mesi scorsi sono stati rispettati e magari se sono stati raggiunti degli obiettivi. In particolare quali azioni si vuole intraprendere per il Pronto Soccorso di Santa Maria Nuova, dove costantemente si verificano episodi del genere?”, è quanto chiede il Consigliere regionale e candidato a sindaco di Firenze Paolo Marcheschi (Fdi) ricordando che “nel solo mese di febbraio, a distanza di pochi giorni, a Santa Maria Nuova si sono verificati due episodi di aggressione al personale sanitario ed alla guardia giurata di turno. Oltre agli ubriachi del fine settimana, ci troviamo spesso di fronte a situazioni di degrado nei Pronto Soccorso, diventati rifugio notturno per senzatetto e tossicomani. Immortalati dalle foto di un volontario, che ha denunciato come a Santa Maria Nuova sbandati e senza fissa dimora dormano nella sala d’aspetto tra le persone che attendono di essere visitate”.