Toscana : Mps; Fratelli d’Italia ,”Pd e M5S negano discussione in Parlamento. Che fine hanno fatto gli impegni e le belle parole votate in regione?Esigiamo chiarezza e che si faccia il possibile affinché la banca rimanga a Siena e vengano garantiti i posti di lavoro”

dal gruppo di Fratelli d’Italia nel Consiglio regionale toscano riceviamo e pubblichiamo

“Ma quanto sono bravi Pd e 5 Stelle a scrivere documenti e a prendersi impegni ‘sulla carta’? Parole e impegni al vento, visto che poi quando si tratta di agire, smentiscono le loro belle promesse. Con MPS è successo esattamente questo. Qualche mese fa, Fratelli d’Italia ha chiesto al Consiglio Regionale di votare un documento che ribadisse l’importanza di difendere una banca del territorio come MPS – puntando il dito contro la pessima gestione degli ultimi decenni da parte del Pd -. La maggioranza, però, scelse di votare un proprio documento, che rimetteva il futuro della banca senese nelle mani del governo Draghi.Oggi, gli stessi che non hanno voluto discutere del futuro di MPS in Toscana, rimandando tutto al governo nazionale, negano però la discussione in Parlamento, come richiesto sempre da Fratelli d’Italia.
La verità è che Pd e M5S vogliono parlare di MPS a Roma, quando chiediamo che se ne parli in Toscana. E in Toscana, quando chiediamo che se ne parli a Roma! Ma cosa hanno da nascondere Pd e Movimento 5 Stelle su Mps. Esigiamo chiarezza e che si faccia il possibile perché la banca rimanga a Siena e vengano garantiti i posti di lavoro. Non ci interessa il futuro politico del segretario del Pd, a noi interessa salvaguardare una realtà economica simbolo della nostra ragione e il futuro di migliaia di cittadini”.