Toscana : sanità; mozione Scaramelli (Italia Viva), “sì all’aumento di medici e personale sanitario, all’abbattimento delle liste d’attesa, al miglioramento dei nostri ospedali. Sì al MES”

“Servono più professionisti della salute, dai medici agli infermieri, dagli operatori sanitari ai tecnici in sofferenza nei reparti. Pronto soccorso, pediatrie e rianimazioni solo per citarli alcuni ma serve anche abbattere le liste d’attesa e migliorare complessivamente gli ospedali. Per questo ho presentato l’atto che chiede alla Giunta di accedere alla linea di credito predisposta dal Meccanismo Europeo di Stabilità (MES) per sostenere il finanziamento dei costi sanitari diretti e indiretti”. A dirlo Stefano Scaramelli, capogruppo di Italia Viva, che in Consiglio regionale ha depositato la mozione che impegna la Toscana ad attivarsi in tutte le sedi per accedere alla linea di credito sanitaria del MES. L’atto chiede alla Giunta di adottare iniziative di propria competenza per evidenziare gli effetti positivi dell’adozione di questa misura in termini di incremento della pianta organica di tutti i profili sanitari, ma anche in materia di programmazione di edilizia sanitaria e in termini di investimenti nella ricerca e nell’innovazione della tecnologia sanitaria. “In Toscana serve intervenire rapidamente – spiega Scaramelli – per rafforzare il personale sanitario tutto. Quei professionisti che durante la pandemia chiamavamo eroi, oggi sono in sofferenza e con loro i cittadini. Il MES costituisce uno strumento importante per consentire di valorizzare il nostro personale sanitario con un incremento di risorse in termini economici e di governance, ma anche per abbattere definitivamente le liste di attesa. Nella linea di credito del Mes – conclude Scaramelli – il ruolo della Regione è fondamentale nell’impiego delle ingenti risorse che ne deriverebbero”.