Toscana: scarti del tessile, prosegue il lavoro della Regione per trovare una soluzione al loro smaltimento

Prosegue il percorso intrapreso dalla Regione per dare una soluzione condivisa al problema dello smaltimento degli scarti dell’industria tessile. Il punto è stato affrontato ieri al tavolo convocato dal presidente Enrico Rossi con le categorie economiche.”L’incontro  è stato un ulteriore passaggio – spiega l’assessore all’ambiente Federica Fratoni – di un percorso condiviso con tutti i soggetti interessati, che la Regione Toscana sta portando avanti al fine di dare risposte concrete al distretto tessile, non solo per risolvere le criticità ad oggi esistenti ma anche in un quadro più ampio che guarda nella direzione della sostenibilità ambientale e dell’economia circolare”.L’assessore ha precisato che si sta lavorando, attraverso un tavolo tecnico, per favorire il conferimento dei tessili in discarica e sollevare così le imprese dalle difficoltà del momento.”Contestualmente – prosegue – ci stiamo impegnando sui temi del recupero, in applicazione della normativa nazionale, per la quale é in corso una importante modifica inerente la “fine rifiuto”all’interno del decreto Genova. Infine, la Regione si é impegnata a deliberare in tempi rapidi linee guida, condivise con tutte le categorie economiche e con Arpat, relative alla qualifica di sottoprodotto. Si tratta di un lavoro complesso, quindi, ma assolutamente strategico, non solo in termini ambientali, ma anche economici e industriali, per il quale è necessario il contributo e la piena assunzione di responsabilità da parte di tutti, al fine di raggiungere il risultato migliore”.