Toscana:Pegaso d’oro a Paolo Virzì,”col cinema ho raccontato la mia gente”

di Massimo Orlandi

“E’ un premio bellissimo, perché  viene dalla Toscana, dalla mia gente. E’ la risposta a quella promessa segreta che avevo fatto sul treno che mi portava  a Roma: io andrò  laggiù e vi racconterò. In questo modo voi mi dite grazie. E io ringrazio voi”. Sono queste le prime parole che il regista Paolo Virzì ha pronunciato ricevendo il Pegaso d’oro, il massimo riconoscimento della Regione Toscana, dalle mani del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi. Nel ricevere il riconoscimento al teatro della Compagnia di Firenze il regista di film come “Ovosodo”, “La prima cosa bella”, “Il capitale umano”, “Ella & John” ha voluto rappresentare la forza del suo legame con la terra. “E’ come se questo premio chiudesse il cerchio di quella sfida un po’ folle che avevo fatto a 21 anni  andandomene via da Livorno. Avevo il desiderio di raccontare il dolore, la sofferenza della mia gente. E nel farlo ho portato con me quegli strumenti che sento di poter condividere con la gente di Toscana: il sentimento dell’ironia, uno sguardo sulle cose che marcia a braccetto con l’irriverenza, il gusto della burla anche di fronte agli eventi più drammatici”.