Val d’Orcia e sito per scorie nucleari: sindaci Pienza e Castiglione d’Orcia chiedono l’intervento dell’Unesco

Sono partite  le pec a firma congiunta del sindaco di Pienza Manolo Garosi e del Sindaco di Castiglione d’Orcia Claudio Galletti come siti Unesco Pienza e Valdorcia per chiedere l’intervento dell’Unesco in sede di osservazioni contro la costruzione del deposito nazionale dei rifiuti radioattivi tra Pienza e Trequanda, indirizzate ad Associazione Italiana Siti Unesco, Delegazione italiana Unesco a Parigi e Sede Centrale Unesco di Parigi. Ieri si è riunito  il gruppo di lavoro a Montepulciano tra Comuni di Trequanda e Pienza, Unione dei Comuni Valdichiana e i tecnici comunali e dell’Unione. Presentate nel consiglio regionale del 12 Gennaio due Mozioni al riguardo, una a firma consiglieri PD e una a firma del consigliere Scaramelli di Italia Viva. “Spero che a livello locale – ha commentato il sindaco di Pienza Garosi – si riesca a presentare una sola mozione unita da votare all’unanimità contro questo intervento dannoso per le nostre terre.”