A Gaiole in Chianti il Comune dice sì al rito civile celebrato in luoghi di pregio ambientale e storico.Pubblicato l’avviso per la raccolta delle manifestazioni di interesse da parte dei proprietari di immobili

Gaiole in Chianti potrebbe presto diventare una delle mete più gettonate del wedding tourism: il Comune ha, infatti, deciso di aprire alla celebrazione di matrimoni e unioni civili al di fuori del Palazzo comunale, nelle location da favola presenti sul territorio, dove si trova, tra l’altro, la strada dei Castelli del Chianti. La Giunta ha dettato gli indirizzi per individuare i nuovi spazi attraverso la pubblicazione di un avviso di manifestazione di interesse rivolto agli imprenditori locali.  “Siamo da sempre consapevoli e orgogliosi dell’eccellenza di questo territorio, – sottolinea il sindaco di Gaiole in Chianti, Michele Pescini –; ci troviamo nel cuore del Chianti storico, dove la campagna è bellissima, il paesaggio è autentico e ben conservato, le strade bianche sono diventate famose in tutto il mondo con l’Eroica, e abbiamo una elevatissima concentrazione di castelli, residenze d’epoca e dimore storiche di charm”. “La possibilità di celebrare il rito civile in luogo diverso dal Palazzo comunale – prosegue il sindaco Michele Pescini –  è quindi per noi, un modo per accompagnare e sostenere la naturale propensione di questo territorio al wedding tourism. Tra l’altro, a parte le difficoltà legate al Covid-19 che ha bloccato i viaggi, non dimentichiamo che la Toscana è la prima meta turistica in Italia in questo settore. Crediamo che la nostra sia una scelta interessante anche dal punto di vista dell’indotto sull’economia locale: penso a tutti i servizi connessi con l’organizzazione di matrimoni, come la ristorazione, il fotografo, sarti e parrucchieri, negozi di fiori. Ora più che mai, considerando la particolare difficoltà degli operatori del settore a causa della pandemia, credo sia importante offrire questa ulteriore opportunità di sviluppo e far sentire che il Comune è al loro fianco.”Con l’avviso pubblico viene verificata da parte dell’amministrazione comunale la volontà dei proprietari di luoghi di pregio storico, culturale e ambientale, di destinare una porzione dei loro spazi in comodato d’uso gratuito per 2 anni (rinnovabile) ad uso esclusivo del Comune di Gaiole in Chianti, per la celebrazione di matrimoni e unioni civili. I proprietari interessati a candidare la propria struttura devono presentare la manifestazione di interesse sull’apposito modulo entro e non oltre le ore 12 del 10 maggio 2021.