Castelnuovo: bando per concedere la coltivazione degli olivi in aree verdi comunali a cittadini e associazioni

  A Castelnuovo Berardenga cittadini e associazioni hanno l’opportunità di contribuire alla tutela e alla valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze, a partire dal paesaggio e dall’olio. Nei giorni scorsi il Comune ha pubblicato un bando per la concessione di piante di olivo situate in aree verdi di proprietà comunale a Castelnuovo Berardenga, San Giovanni a Cerreto, San Gusmè e Vagliagli, con possibilità di presentare le richieste fino a sabato 31 luglio. L’iniziativa è rivolta a cittadini residenti o associazioni con sede nel Comune castelnovino in grado di svolgere in modo diretto la corretta tenuta degli olivi, requisito da dichiarare al momento della presentazione della domanda. La raccolta e la successiva produzione di olio dovranno essere finalizzate esclusivamente all’uso personale e familiare, nel caso della concessione ai cittadini, oppure a iniziative non a scopo di lucro rivolte alla comunità o ad altri obiettivi previsti dai rispettivi statuti, nel caso delle associazioni. Gli assegnatari, inoltre, dovranno donare una parte dell’olio ottenuto dalla raccolta al Comune di Castelnuovo Berardenga, che lo consegnerà alle scuole del territorio con il progetto “Olio Comune”.  Le aree verdi comunali interessate dalla concessione di piante di olivo si trovano  a Castelnuovo Berardenga, presso il parcheggio di via del Vigna, la scuola secondaria di primo grado, il cimitero, il Poderuccio Rotatoria e il Poderuccio Area Verde. L’iniziativa coinvolgerà anche altre aree verdi a San Gusmè, in Via dei Fossi, presso il parcheggio e la scuola; a San Giovanni a Cerreto, presso il cimitero, e a Vagliagli, nell’area verde in via del Taglio. Il bando prevede che l’attività di raccolta venga effettuata esclusivamente dal concessionario con l’ausilio dei familiari o di volontari dell’associazione. Sono a carico del concessionario tutte le spese di gestione e le operazioni di mantenimento sia degli olivi che delle aree verdi, dove è vietato coltivare altro rispetto agli olivi e costruire manufatti quali capanni, box per animali e altre strutture. Per ogni anno di raccolta delle olive, inoltre, il concessionario si impegna a fornire al Comune di Castelnuovo Berardenga una dichiarazione sul quantitativo di olive raccolte e i litri di olio ottenuti, attraverso la documentazione rilasciata dal frantoio autorizzato e individuato per la spremitura. La concessione avrà una durata di sei anni dalla stipula del contratto.